Tags Posts tagged with "zodiaco"

zodiaco

0 1671
Foto di Daniele Pesaresi https://www.flickr.com/photos/danielepesaresi/3364269585/in/photolist-68hL92

Chi legge Paolo Fox e chi preferisce la vena poetica di Rob Brezsny, bene o male una sbirciata agli oroscopi la diamo tutti e a fine dicembre la curiosità di sapere come affrontare l’anno che verrà. Anche noi non ci tiriamo indietro e vi proponiamo un nuovo modo di fare l’oroscopo: abbiamo sostituito il moto degli astri con le canzoni di Nino D’Angelo associandole in modo random ai segni zodiacali, così ogni segno avrà una canzone, una frase e una nostra interpretazione che sarà il vostro oroscopo per il 2016.

Ariete: Compagna Di Viaggio –  duje parole e n’addio “io mi son diplomata spero tanto succeda per te”. Caro Ariete la canzone che ti accompagnerà in questo 2016 è triste, molto triste. Un amore non corrisposto che si trasforma in friendzone, e un diploma mancato… ma il finale è di speranza, per cui Ariete non ti abbattere e fai in modo che “Succeda anche a te!”

Toro: Crisi d’amore – e conto ‘e juorne ca passe cu ‘a freve int”o core e ‘o stesso penziero: chissà si me penza. Caro Toro anche se il titolo di questa canzone non è rassicurante non ti devi preoccupare è una canzone che parla di come affrontare le difficoltà, anche quando queste diventano ossessioni. Caro Toro mi sento di dirti per questo 2016 che riflettere è importante ma sarà importante anche trovare il giusto modo di reagire

Gemelli: Un ragazzo e una ragazza – Un ragazzo e una ragazza Con la stessa idea Nelle mani un libro di poesie Due bagagli poca roba tanta fantasia Stanno già sul treno che va via. Caro Gemelli è il tuo anno, ti è capitata una delle canzoni più positive della discografia di Nino, in questo 2016  il coraggio dell’incoscienza porterà a realizzarti trovando la gioia anche nelle piccole cose.

Cancro: Aggio scigliuto a te – Mo nun me manca niente, me sento realizzato, cu te tutto é cagnato é semp’ azzurro ‘o cielo. Caro Cancro sono lieto di comunicarti, che questo sarà l’anno della tua realizzazione. Certo la canzone parla chiaro: devi fare delle scelte! Sa se le farai nel modo giusto e capendo quando dar retta alla ragione e quando al cuore allora si che avrei grandi soddisfazioni.

Leone: Fotoromanzo – Noi protagonisti di una favola vera, nuie che cc’ha strignemme pe telefono a sera. Caro Leone, la tua storia non è un fotoromanzo, è facile da capire. Questo 2016 sarà quindi l’occasione per tornare con i piedi per terra e affrontare la realtà, sarà per te l’occasione per scoprire, anche in modo non piacevole cosa è realmente importante per te.

Vergine: Luna Spiona – Nun bagna’ chist’uocchie nun tremma’ e paura ca’ te’ fa cchiu’ bella st’aria ‘e ‘na’ criatura. Caro Vergine, ironia della sorte ti tocca una canzone che parla di una prima volta, tema molto caro al nostro Nino. Questo per te sarà l’anno delle novità e delle scoperte, sarà l’anno buono per rompere dei tabù e fare quegli “sbagli” che hai sempre voluto fare, per renderti poi conto che non sono veri e proprio sbagli.

Bilancia: Uno scugnizzo a New York – ‘Nu’ scugnizze rire ma sta’ maschere’ busciarda S’accuntente tutto pure quanno tiempe’ brutt’. Caro Bilancia per te si prevedono cambiamenti importanti soprattutto in ambito lavorativo. Sarebbe facile dire, basandoci sulla canzone, che emigrarai, ma mi soffermerei più sulla frase scelta caro Bilancia. Ora devi fare buon viso a cattivo gioco e accettare qualche compromesso fra la tua vita privata e quella lavorativa.

Scorpione: Vedrai – Vedrai cosi sara’ gli spuntera’ un dentino sussurrandomi papa’. Caro Scorpione qui non possiamo girarci intorno, per te il 2016 è un anno di nuova vita! Maternità o paternità in vista? Non so, potrebbe essere anche un nipote o un animale domestico… ma di certo nel 2016 ci sarà una nascita

Sagittario: Pe mme tu si – Pe mme tu si… na vota Pe mme tu si…. pe sempe. Caro Sagittario, questo 2016 sarà per te un anno di trasizione, dovrai cercare di capire cosa è realmente importante per te e cosa vuoi fare. La canzone che ti è toccata in sorte è un ammonimento, non perdere tempo a cercare definizioni, lasciati andare ai sentimenti.

Capricorno: ‘O pate – ‘O pate nun se po’ rassignà si ‘o juorno è niro pe’ forza adda truvà nu piezze ‘e sole pe’ scarfà ‘a casa soja primma ‘e partì. Caro Capricorno, sei pronto per assumerti le tue responsabilità? Per capire che il tuo dovero va fatto anche se non riceverei in cambio neanche un grazie? Se sarai pronto a questo le soddisfazioni non mancheranno, ma non le cercare, aspettale.

Acquario – Mente-Cuore – Questa guerra mente-cuore quanto tempo durerà? Forse io l’ho persa mentre tu l’hai vinta già. Caro Acquario ho due notizie per te, una bella e una brutta. La brutta è che la guerra durerà ancora per tutto il 2016, la bella è che non ci sono ancora né vincitori né vinti, per cui sta te decidere quando razionalizzare e quando agire d’istinto per uscirne vincitore.

Pesci – Sott’e stelle – Po si turnat ma nun si cchiu’ tu Il tuo viso da bambina l’hai truccato. Caro Pesci, il 2016 sarà l’anno giusto per capire chi sono le persone che vuoi veramente avere attorno. Sia in amicizia che in amore le cose cambiano, come le persone, e forse allontanarsi un po’ da qualcuno con cui hai trascorso momenti meravigliosi ma con cui oggi non hai più nulla da dire non è una tragedia, anzi potrebbe fare bene a entrambi.

Paolo Sindaco Russo

0 775
Foto di Gianfranco Irlanda

30 Agosto 2015 Ultima domenica e ultimo giorno di mare di Agosto. Almeno per me. Sulla spiaggia di Capaccio ho assistito ad un fenomeno a cui non ricordavo di aver mai assistito in quel luogo. Eppure, è davvero possibile che l’anno scorso non sia capitato? No, non dovrebbe. Dunque, per evitare di avere farmi le stesse domande anche l’anno prossimo, ho deciso di appuntarmelo e farne un articolo. Il fenomeno di cui sto parlando è quello delle maree. Verso ora di pranzo, l’acqua ha iniziato piano piano a ritirarsi e a formare delle secche dove noi adulti, tornati bambini, ci siamo tutti spaparanzati e, mentre l’acqua lambiva i nostri corpi e il vento li accarezzava, non ci siamo accorti delle ustioni di secondo grado che ci stava provocando l’esposizione al Sole. Meraviglioso. Soprattutto urlare la sera, a casa, dal dolore. Ma a cosa è dovuto il fenomeno delle maree? Principalmente e semplicemente, al fatto che la Terra è dotata di un satellite: la Luna. Anche se di dimensioni più ridotte ripetta alla Terra, la Luna esercita comunque una sua forza di attrazione gravitazionale, che influisce sulle maree. Come tutte le “cose fisiche” non è proprio così semplice, perche’ c’è anche un altro fattore che influenza le maree ed è la forza centrifuga dovuta alla rotazione del sistema Terra-Luna intorno al proprio centro di massa. Ma, facciamo così, visto che stiamo ancora riprendendoci dalle vacanze (e dalla scottatura, usate la protezione!!!) e tutta sta voglia di spiegare cosa vuol dire quello che ho appena scritto non la ho (lo so che cosa vuol dire, non ci provate ad insinuare che non voglio dirvelo perché non lo so… eh!), se volete altre spiegazioni andate su Wikipedia. Sono proprio bravi, ci sono anche i disegnini. Buahauhauhauahauhauh! Sulla spiaggia dove mi trovavo io, l’effetto è stato apprezzabile ed è durato per circa tre ore ma ci sono zone della Terra diventate famose proprio per l’eccezionale ampiezza delle maree e per la loro rapidità nel crescere, come Mont Saint-Michel, in Francia.

30 Agosto 2015 Mancano ancora due giorni al primo settembre e già non faccio altro che leggere di promesse e buoni propositi. Ne ho fatto una lista in ordine di frequenza, fermandomi alle prime cinque. Allora, il primo settembre: 1) mi metterò a dieta (ehm… tasto dolente); 2) inizierò a fare sport (ehm… tasto dolentissimo. Per sensibilità verso questi primi due punti mi riservo il diritto di non dirne nulla di male, visto che sono l’autrice di quest’articolo); 3) leggerò di più (qui non ho quasi nulla da eccepire. Spero mettano seriamente in conto anche di capire ciò che leggeranno e che le letture non contemplino giornaletti o siti gossippari altrimenti ci ritroveremo allarmisti e complottisti in ogni dove); 4) diventerò più buono, tollerante e via con tutte le virtù teologali e cardinali. (Ma io mi chiedo… perchè? Un altro frustrato sulla faccia della Terra con cui avere a che fare? Sfogate, per cortesia!) 5) Troverò l’amore. (Ecco. Questa è quella che mi ha sempre incuriosito di più. Troverò l’amore… e dove, di grazia? E, soprattutto, se era così semplice perche’ non ci hai pensato prima?) Ora, leggete la prima parte di quest’articolo. Non vi sembra che ci sia una chiara corrispondenza tra l’innalzarsi e l’abbassarsi dei mari e l’innalzarsi e l’abbassarsi della sopportazione di noi stessi e quindi necessità o meno di fare buoni propositi? A Settembre io ho visto bassa marea dalle nostre parti, quindi tanti buoni propositi. Ma, vi assicuro, che nelle stelle non c’e’ scritto da nessuna parte che dobbiamo anche realizzarli. Me ne sono assicurata!

Clementina Sasso

©RIPRODUZIONE RISERVATA – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione dell’autore e della fonte, Soldato Innamorato o www.soldatoinnamorato.it