Tags Posts tagged with "primo appuntamento"

primo appuntamento

0 755
Fonte: sscnapoli.it - (photos di Italo ed Alessandro Cuomo)

Quando esci con una persona che ti piace veramente, con cui ti trovi in sintonia su tutto, che quando tu cominci una frase lei la finisce e viceversa, quando ordinate la stessa cosa al bar e poi vi guardate sorridendo, quando una macchina passa ascoltando a tutto volume una canzone orrenda ed entrambi la continuate a cantare a squarciagola, quando citate a memoria le battute dello stesso film, quando scoprite che 10 anni fa eravate allo stesso concerto, quando senti che è tutto perfetto… Bene quella è la serata più difficile per combinare qualcosa di buono.
Tutto si gioca sui momenti, e sbagliare il momento significa rovinare tutto… Se ci provi troppo presto rischi la figura di merda, se aspetti troppo rischi di perderla, bisogna sfruttare quei momenti di vicinanza, quegli eterni attimi in cui se non sfrutti la situazione è finita… La temutissima friendzone (per dirla come i giovani d’oggi) è a un passo.

Oggi per il Napoli era la serata perfetta, squadra che se la gioca e non si arrocca in difesa, Napoli in palla e caricatissimo dalla vittoria contro la Juve. Il rischio di non sfruttare le poche occasioni che si presentavano davanti era enorme, e lo 0 a 0 a fine primo tempo mi ha fatto ricordare una di quelle serata in cui tornavo a casa canticchiando Battiato “Ne abbiamo avute di occasioni… perdendole” Poi per fortuna Callejon inventa e Mertens trasforma… Tutto il resto è Higuain, e restando in tema di Battiato, le notizie di “Radio Varsavia” sono ottime.

CattiviGabriel ci regala una bella uscita a farfalle ma per fortuna senza conseguenze, anche se non troppo affidabile siamo lontani da Rosati per fortuna. Maggio non brilla, anche ci regala un cross perfetto che Mertens non sfrutta. Probabilmente il peggiore di stasera è Koulibaly, tutto sommato la partita non è stata male, ma un paio di giocate suicide non gliele possiamo proprio perdonare.

Buoni –  Callejon tatticamente è un punto fermo di questo Napoli, un attaccante che copre le due fasi perfettamente e regala un assist spettacolare a Mertens, che dopo un paio di occasioni sprecate trova un goal che sa di beffa verso i Marcantoni della difesa polacca. Higuain se ne porta a spasso 5 e segna un goal capolavoro ma mi sento di dire che il migliore della serata è Sarri, partita impostata bene con un parziale turn-over intelligente,  cambi indovinati al momento giusto e risultato tondo e perfetto… 7 goal fatti e 0 subiti, niente male per un esordiente in europa.

Paolo Sindaco Russo

0 4608

Pubblicità progresso

Attenti alla zoccola

Chella s’è tenuta ‘a mano ‘nculo!“. Da ragazzino bastava una frase così, perentoria, per dare un giudizio modello Cassazione che riusciva, per i secoli nei secoli a venire, nello stabilire che tale generosa piccerella fosse irrimediabilmente una zoccola. E chi diceva quella frase, solitamente, era riuscito magari a sfiorare le terga della ragazzina senza farsene accorgere con movimenti abili e vellutati tipo scassinatore di cassaforte. A volte la ragazza in questione manco se ne accorgeva. Ma da quel momento ormai il giudizio era già bello che formulato.

Mi tornano alla mente questi ricordi leggendo che oggi per migliaia di bambini e ragazzi napoletani è ricominciata la scuola. Sveglia, acquisto libri, cartelle, compiti, tarantelle con genitori e professori torneranno ad essere abitudine quotidiana da qui ai prossimi mesi. Ma, oltre alle routine, torneranno pure i compagni e le compagne di classe. Litigi, inciuci, amori incofessati e tutto quello che si vive a certe età.

Non so come funzioni ora, credo però che i ragazzini di oggi siano assai più smaliziati di quanto lo ero io fino a quasi 15 anni fa, quando anche io diedi finalmente addio alle aule di scuola per andare all’università.

Era tutto un superare limiti a quelle età: dal bacio a timbro, alla “sola in ganna”, alle mani piazzate con cautela e circospezione per non perdere i primi due vantaggi. Il codice determinava che alle prime battute, se tu cercavi di sfiorare certe parti, la ragazza doveva guardarti schifato e con aria arrabbiata nemmeno se gli avessi ucciso un parente. E però non bisognava lasciarsi intimidire. Si doveva insistere fino a quando la guagliona, avendo dimostrato la propria serietà, cedeva e lasciava passare senza troppe storie una mano in culo o sulla zizza. Questo era essere adolescenti al sud fino a qualche tempo fa.

Eppure oggi le cose non sono cambiate così tanto. Anche ad età maggiori. Una ragazza che ci si concede subito diventa anche nel 2015 irrimediabilmente una “zoccola”. Non so se esista ancora la regola della terza uscita… Ma io non ho mai capito il motivo per cui se una ragazza ha piacere di fare certe cose, come accade a noi uomini, debba essere considerata in maniera negativa.

Credo che gli uomini debbano cambiare completamente impostazione. E’ sbagliato ragionare così, oltre che antiquato. Ma, soprattutto, ed è quello che più mi interessa, se non cambia questo tipo di mentalità mi troverò sempre costretto a dover aspettare più appuntamenti per raggiungere “l’agognata”. Mettiamo nelle condizioni culturali le donne di darla a piacimento senza essere considerate zoccole. Si evitano spese di uscite inutili e si raggiunge prima l’obiettivo. Meditate gente, meditate! W le donne!

vDG

P.S. Il contenuto di questo articolo è riflessivamente ironico. 

SEGUICI E COMMENTA CON NOI SU FACEBOOK SULLA PAGINA DI SOLDATO INNAMORATO E SU TWITTER @SurdatNammurat

©RIPRODUZIONE RISERVATA – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione dell’autore e della fonte, Soldato Innamorato o www.soldatoinnamorato.it