Tags Posts tagged with "amanti"

amanti

0 6146
Don Pietro Savastano (Fortunato Cerlino)

Mentre ero presa dalla mia influenza, mi sono riguardata tutta la serie di Gomorra: voi penserete ” e questo che c’entra con il mondo neomelodico ?”

Beh, nella serie non a caso ci sono diverse canzoni neomelodiche ma mentre la guardavo la mia mente è stata catturata da un motivetto cantato da Pietro Savastano:” agg bisogno e e me fa l’amante si no me mett na funa nganna“, da lì la mia mente ha iniziato a ragionare e da buona conoscitrice di canzoni neomelodiche, facendo un giro per la mia playlist, mi sono accorta che amori extra coniugali e tradimenti sono un grandissimo leitmotiv della musica napoletana. Passando dal Tommy Riccio che aveva bisogno di farsi l’amante al più moderno Rosario Miraggio che con Ida Rendano canta ‘la notte’, dove questa parte del giorno viene descritta come il momento più difficile da far passare per chi si ama in segreto; lo stesso Miraggio è la voce di più canzoni sul tema del tradimento e sull’essere dilaniati da una scelta che sembra irraggiungibile.

Poi abbiamo Alessio con ‘perché ti amo’, dove finalmente l’uomo indeciso sceglie la sua favolosa amante tanto da non aver paura di essere scoperto; dalla Sicilia Natale Galletta che ci canta ‘ti do la mia parola’ dove con parole affabili convince una donna a una fuitina con un ‘mai nessuno lo saprà di me ti puoi fidare dimme aró c’ammà ncuntra”. Credetemi, il repertorio è vastissimo: anche Nico Desideri è autore di numerose canzoni sugli amanti, quasi parlandone come vittime condannate da una società chiusa che non riesce a capire un sentimento troppo forte e sottolineando che i Paolo e Francesca napulitane per lo più soffrono dei pochi momenti passati insieme e si salutano con un nodo in gola, l’uocchie ‘nfuse ‘e chianto e maledicono l’amore. Il tema degli amanti è davvero un repertorio troppo vasto e ci vorrebbe un’analisi di ogni pezzo musicale. Ricordo ancora quella che mi suscitava più allegria, quando avevo i miei 14 anni: una canzone di Gianni Celeste intitolata “aspetto un bambino”, praticamente lui non avendo controllato la retromarcia fa il cosiddetto ‘guaio’ e rassicura la sua amante che provvederà in maniera illegittima alla crescita dalla criaturella.

Però ci sono anche casi di ribellione dove giustamente non ci si accontenta della mezz’ora o dell’incontro al motel sul doppio senso di Giugliano e per lo più sono le donne che non vogliono fare le amanti, già Nancy Coppola cantava qualche anno fa : ‘nun voglio fa l’amante te voglio o mi sultant so pronta a fa na guerra e t’o giuro nun m’arrenno’ , roba da fare invidia alla cronaca degli ultimi giorni dalla serie che la signora dei quartieri non le tagliava solo il dito ma tutt’o bracc.

Quella che personalmente su questo tema mi colpisce di più è la giovane Emiliana Cantone che nel suo ultimo lavoro canta : “sono mia e nun me spoglio pe n’ora per poi andare via“, a mio parere è una dichiarazione di femminismo puro dalla serie ma che te crir pesce a bror ca o tien sul tu.

Beh ragazzi dopo questo breve quadro volevo regalarvi, prima di lasciarvi, una breve top ten di canzoni su amori proibiti, possiamo considerare il tradimento come semplice strumento per scrivere canzoni neomelodiche o come un fenomeno sempre più esistente nella nostra società ? Cioè alla fine la mia domanda è : abbiamo tutti bisogno di farci l’amante?

1 sono mia
2 la notte rosario miraggio ft Ida rendano
2 rosario miraggio ft Teresa langella si rint o core tenisse sul a me
3 Rosario miraggio come puoi
4 Alessio perché ti amo
5 natale galletta ti do la mia parola
6 Nico desideri la sfortuna degli amanti
7 Nico desideri ce salutamme
8 gianni celeste aspetto un bambino
9 nun voglio fa l’amante nancy ft Nico desideri
10 tommy riccio aggio bisogno e me fa l’amante

Anna Savino

©RIPRODUZIONE RISERVATA – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione dell’autore e della fonte, Soldato Innamorato o www.soldatoinnamorato.it

0 2809

Mode e costumi moderni...

Pallone rosa Nike per la Serie A 2015-16

Che peccato! Proprio quando finalmente la Serie A sembrava voler invertire un po’ la tendenza degli ultimi anni di crisi, acquistando qualche calciatore di livello, vengono fuori delle cose balorde. Ha ragione De Laurentiis: il calcio va rivoluzionato. Ma magari con qualcosa di meglio…

scarpa con cavigliera...
scarpa con cavigliera…

Avete ascoltato l’inno composto da Giovanni Allevi e che risuonerà prima di ogni partita di campionato in ogni stadio? Non voglio esprimere un giudizio di parte, non ne sarei in grado. Riporto solo – per dovere di cronaca – il primo commento che al momento compare su Youtube al video del buon Allevi: “Va bene come jingle dopo che hai sofferto di costipazione e caghi per la prima volta dopo 20 giorni… uscendo dal cesso con le mani alzate in simbolo di vittoria!“. Ad ogni modo  – al di là dei commenti sboccacciati e pittoreschi del web – questo è quello che dovranno subirsi tutti i tifosi italiani prima del calcio d’inizio. Che dire? A Napoli si lamentavano delle scelte pop del presidente, tra americanate e cheerleaders… C’è da dire… Ben vengano le “cafonate” delaurentiisiane rispetto a queste moscerie radical-chic…

nike rosaMa quella di Allevi non sarà l’unica novità. La Nike ha infatti studiato un fantastico pallone ufficiale per le gare del nostro campionato (e non solo): il pallone rosa. Si chiama Nike Ordem 3 ed avrà, oltre a questo bellissimo color rosa shoking, anche le colorazioni in rosso e in giallo. “Progettato per assicurare una traiettoria stabile e precisa – dicono alla Nike –indipendentemente dalla velocità, Nike Ordem 3 è formato da 12 pannelli e presenta un rivestimento in pelle sintetica saldata a caldo che favorisce il tocco di palla; la camera d’aria è invece in lattice-fibra di carbonio. Altra caratteristica particolare: l’aggressiva grafica studiata per aiutare i giocatori a coglierlo più velocemente con lo sguardo“. Noi crediamo a tutto quanto afferma la Nike. Certo, sarò un barbaro retrogrado… ma se da bambino mi fossi presentato al campo con quel pallone rosa i miei compagni di gioco non l’avrebbero presa proprio bene…

maglia Juve rosa
maglia Juve rosa

Ma di questi articoli gay friendly ormai ne abbondano nel calcio: dalla scarpetta che arriva fino alla caviglia… alla quale manca solo un tacco 13 così da poter essere indossate anche dal gentil sesso. Alla scarpetta Nike tutta rosa. Per non parlare della maglia versione “Hello Kitty” sfoggiata dalla Juve qualche anno fa. Del resto, secondo i dati auditel, pare che si ottenga un enorme successo di ascolti quando le emittenti Tv trasmettono le immagini dei festeggiamenti dei calciatori in mutande. Strano che De Laurentiis non abbia ancora avuto qualche “vision” – così come Aurelio definisce le sue idee in un’intervista pubblicata oggi dal Corriere della Sera – su come venire incontro a questo genere di pubblico.

Adeguiamoci. Questa è la modernità. Certo che ne è passato di tempo da quando giocavo sui campetti con il pallone a scacchi neri e bianchi e qualsiasi stravaganza poteva etichettarti per saecula saeculorum un… vabbè dai… ci siamo capiti.

Twitter: @valdigiacomo

SEGUICI E COMMENTA CON NOI SU FACEBOOK SULLA PAGINA DI SOLDATO INNAMORATO E SU TWITTER @SurdatNammurat

©RIPRODUZIONE RISERVATA – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione dell’autore e della fonte, Soldato Innamorato o www.soldatoinnamorato.it