Authors Posts by Claudio Gervasio

Claudio Gervasio

350 POSTS 0 COMMENTS

0 744

Sabato alle ore 19.30 allo stadio Simpatia di Pianura si è giocata la quinta giornata di ritorno  valevole pe campionato di  terza categoria girone tra B  Lokomotiv Flegrea- Virtus Marano. La Lokomotiv Flegrea  allenata questo weekend dal secondo  Riccardo Morè si è schierata con il 3-4-3: S.Cioce- Cimmino-Dellonco- Morelli- M.Cioce-Farkas- Vitiello-Palombo-Ambra-Laviano-Scarpitti. 

Nel primo tempo partita molto bloccata , da segnalare solo al decimo minuto un’uscita di S.Cioce sull’attaccante avversario, un goal mangiato dal Marano al quindicesimo minuto, una punizione parata da  S. Cioce e un’uscita avventata di quest’ultimo che per poco non porta allo svantaggio Verde Nero. Squadre negli spogliatoi sullo 0-0. Nella ripresa si vede più spettacolo. Laviano al quarantottesimo manda alta una punizione, dieci minuti più tardi un retropassaggio pericoloso del Marano rischia di favorire i padroni di casa.Al sessantunesimo minuto per i Verde Nero esce Palombo per l’attaccante Di Mattia al rientro dopo l’infortunio che alza il baricentro dei padroni di casa.  Quest’ultimo al sessantareesimo minuto sembra procurarsi un rigore per un contatto alle sue spalle ma per l’arbitro non ci sono gli stremi per la massima punizione.  Sempre quest’ultimo va vicino al goal in due occasioni una con un tiro di poco al lato e l’altra con una palla calciata  sopra la traversa da buona posizione.

Alla  mezz’ora della ripresa ultimo cambio  della Lokomotiv Flegrea con Moretti che entra al posto di M.Cioce. All’ottantunesimo minuto viene espulso per i padroni di casa Guida  dalla panchina per proteste verso l’arbitro . Verso la fine della partita due miracoli di S. Cioce. Proprio  mentre la partita sembra destinata ad  un pareggio ecco il vantaggio del Marano, da un cross proveniente dalla destra con  l’attaccante bravo a deviare in rete con una scivolata , in questo caso errore di  Moretti che si fa saltare con troppa facilità. I 6 minuti di recupero finali non bastano per prevenire al pareggio. Per i padroni di casa ammoniti Scarpitti- Ambra- Morelli Con questa sconfitta la Lokomotiv Flegrea si mantiene al centro della classifica.  Prossimo turno Esperia Rione Alto-Lokomotiv Flegrea . Questi i risultati del girone B:

Cus 1-Interpianurese 1

Lokomotiv Flegrea 0- Virtus Marano 1

Real Puteoli 4- Esperia Rione Alto 0

Atletico Naples 2-Montecalcio 2

Pianura Calcio 4- Virtus Panza 0

Virtus Social Quarto 0- Volare Calcio 5. 
Ha riposato il Villaricca.

0 175

Sabato 19 marzo si è disputata la quinta giornata di ritorno valevole per il campionato di divisione girone girone C  tra Lokomotiv Flegrea -Flegrea Basket.  Le  squadra Di Coach Fiore si è schierata   con questo quintetto: Cipollaro- Volpicelli- Imparato- Conte- Alfè. Per la Flegrea Basket a referto: Riccardi- De Crescenzo- De Iorio- Alfè G- Devastato – Di Meo-Corpaci- Apuzzo- Capuano- Semonella . I primi minuti passano senza canestri, in seguito da segnalare un fallo di Cipollaro con i tiri liberi sbagliati da Riccardi e un canestro da due di Capuano. Volpicelli Imparato con un canestro da due e un tiro libero portano in vantaggio i padroni di casa sul 3-0, ma si verifica il sorpasso ospite grazie ad un canestro di Corpaci per il sorpasso 3-4. A questo punto i Verde Nero allungano grazie ad un canestro di Imparato e di Alfè 7-4, ma la Flegrea resta nel Match   e si riporta in vantaggio sul 7-8 grazie a G. Alfè e a Corpaci. Il primo parziale si chiude sul 10-8 Lokomotiv Flegrea grazie a Narciso. il secondo quarto inizia con con i canestri di De Crescenzo e di Di Francia per il 12-10. Nella parte centrale la Flegrea realizza un parziale di 0-5 mettendo una tripla con Devastato . Nel secondo parziale i padroni di casa sul Parquet con il doppio play Cipollaro – Di Francia. Nella parte centrale contro parziale della squadra di Coach Fiore grazie ai liberi di Narciso e ai punti provenienti dalla panchina di  Marinello che concretizza il gioco da tre punti portando il punteggio sul 19-15Sempre Marinello con una tripla porta le squadre agli spogliatoi sul 23-17.il terzo quarto si apre con un ‘alta tripla di Marinello 26-17 .A questo punto nella parte centrale del quarto  si verifica la rimonta degli ospiti grazie ad Alfè per il 28-27 , la Lokomotiv mostra una carenza a rimbalzo. Ancora  ospiti in vantaggio grazie ad una bomba  di De Crescenzo , costringendo Coach Fiore a chiamare Time Out. Un nuova nuova tripla di Marinello chiude il quarto sul 33-30. Nell’ultimo quarto i Verde Nero allungano  grazie ad  un contropiede di Cipollaro  e con i canestri di Imparato  e Marinello sul 42-33, ma G. Alfè riporta i suoi al meno 7 42-35.Nella parte centrale del quarto Black Out della Lokomotiv Flegrea che permetteva il recupero della Flegrea con il solito G. Alfè che riporta in partita  assieme a De Crescenzo a tre minuti dal termine sul 42-41. Negli ultimi minuti si gioca punto a punto grazie ai canestri di G. Alfè, ai liberi di Volpicelli  e ai canestri di De Crescenzo- Marinello. Gli ultimi secondi pieni di patos. G. Alfè segna da due per il 45-47 , a tre secondi dal termine Marinello ha l’occasione di pareggiare ma sbaglia due tiri liberi e sul successivo rimbalzo non riesce a segnare decretando la sconfitta per 45-47 e la vittoria della Flegrea Basket.  Questi i parziali : (10-8), (23-17), (33-30), (45-47)Da segnalare pure l’esordio in campionato di Curti nella Lokomotiv Flegrea. Ora due settimane di pausa una per la Pasqua, l’altra per riposo, rientro sul Parquet direttamente ad aprile nella trasferta contro la Barrese per lo scontro al vertice.  La squadra  di Coach Fiore dovrà cercare di ribaltare la differenza canestri della partita di andata. 

0 567

In questo weekend si è giocata la Final Four di Coppa Italia a Busto Arsizio tra la Pro Recco Napoli- Canottieri Napoli- Brescia  BPM Sport Management. Venerdì 18 marzo sono scese in vasca Pro Recco-Canottieri Napoli.  Prima azione dopo 24 secondi con l’anticipo di Tempesti in uscita sul centro boa della Canottieri Baraldi. Dopo 1.20 dall’inizio della partita grande parata del portiere della Canotttieri Vassallo su una girata del centro boa Aicardi. A 5.40 bravo ancora Vassallo nell’intercettare una conclusione di Giacoppo.  Primo goal a 4.10 dal primo intervallo grazie a Giacoppo per l’1-0 dei Liguri. Bruguljan a 3.33 dal termine del primo parziale impegnava  il portiere della Nazionale Italiana Tempesti. A 3.22 dal primo intervallo  pareggio per i napoletani grazie al giovane Esposito  . A 2.22 strepitoso diagonale di Mandic nuovo vantaggio reccherino. A questo punto il tecnico della Canottieri Napoli Paolo zizza chiamava a un Time Out.  Nell’ultimo minuto del parziale rimonta napoletana grazie a Esposito- Di Costanzo che faceva  ben sperare per il resto della partita. Dopo due minuti rimonta completata della Pro Recco grazie a Figari e al rigore di Sukno.  Canottieri che provava a pungere, ma il questo secondo parziale i Liguri erano più concentrati. Paolo Zizza tentava di scuotere i suoi chiamando un time out. Nella parte centrale del parziale difese protagoniste . Break concretizzato ancora con Mandic per il 5-3. Ottimo parziale per i campioni in carica. Nell’intervallo ai microfoni di Rai Sport parlava il Team manager Maurizio Felugo, dichiarando che fosse normale un periodo di appannamento e di poca brillantezza visti anche gli impegni in Champions League con dei punti persi contro squadre fortissime  e che nello Sport nessuna partita è scontata. Infine ammetteva come fosse difficile questa stagione per le continue pause visti gli impegni della Nazionale di Sandro Campagna in vista di Rio 2016. Nel secondo tempo la Pro Recco prendeva il largo grazie alle reti di 2 Giorgetti- 2- Fondelli – 2 Sukno- Ivovic -Figari. Per la Canottieri Napoli marcature di Mattiello -Campopiano per il definitivo 13-5. Per la Pro Recco finale contro il Brescia e per la canottieri finale per il podio contro BPM Sport Management. I parziali: (2-3), (3-0), (3-1), (5-1). Sabato pomeriggio la Canottieri Napoli ha perso la finalina per 6-5 con molti rimpianti. Per BPM Sport Management da segnalare  la doppia marcatura dell’ex centro boa della Nazionale Italiana Deserti. Per la canottieri Napoli una rete a testa per Di Costanzo- Bruguljan-Mattiello- Campopiano-Baraldi. Questi i parziali: (2-2), (2-1), (1-2), (0-1).La Coppa Italia è stata vinta per l’undicesima volta dalla Pro Recco quarta consecutiva per 5-4 sul Brescia.

0 574
Foto di Claudio Gervasio

Ieri pomeriggio alle ore 16.00 al Palaveliero di San Giorgio a Cremano si è giocata la partita tra l’Azzurro Napoli 

Basket -Empoli valevole per  la decima giornata di ritorno girone C campionato B1. In settimana la società ha comunicato il nuovo sponsor Unicef che sostituisce Mimi’S e il nuovo general Manager Luigi Perrella. La squadra di coach Di Lorenzo si è schierata con questo quintetto: Berti, Parrillo, Villani, Giovanatto Serino. Il primo quarto scorreva sui piani dell’equilibrio . I primi canestri erano ad opera di  Giovanatto e di Marotti sotto canestro. Simone Berti segnava la prima tripla della  sua partita punteggio sul 7-6. Le due squadre confermavano l’equilibrio portando il punteggio sul 13-13 a quattro minuti dal primo intervallo.  Napoli tentava un primo allungo grazie ai canestri di Berti, Serino e la tripla di Parrillo che valeva il 19-16. Il neo entrato Fall potava il punteggio al primo intervallo sul  21-16. Il secondo quarto iniziava bene per la squadra di coach Di Lorenzo che piazzava un parziale di 10-0 grazie ai canestri di Fall e Parrillo. Empoli tornava a segnare con la bomba di Mascagni 29-19, i padroni di casa si portavano anche avanti sul più 13, ma i Toscani erano bravi a riportarsi in partita con un break di 0-7 portando il punteggio sul 33-27 a cinque minuti dall’intervallo lungo. Nella seconda metà del  periodo si segnava poco, Berni riportava Empoli a -4, ma  l’Azzurro Napoli Basket riallungava con un parziale di 9-0 portandosi ad un minuto dall’intervallo lungo sul 46-33. Alla fine il secondo quarto si chiudeva sul 48-37. Al ritorno sul Parquet iniziava forte Empoli con un parziale di 0-7, Fall da sotto siglava il 50-44. A metà terzo quarto una tripla di Berni riportava ad un solo possesso di distanza le due squadre. 52-49, costringendo coach Di Lorenzo a chiaamre Time Out. Empoli impattava sempre con il solito Berni , Sabbatino riportava Napoli al più due 56-54 a due minuti dall’ultimo intervallo. Alla fine i Toscani conducevano 59-60. L’ultimo quarto iniziava sempre sui piani dell’equilibrio . Capitan Sabbatino si prendeva le redini della squadra, gli arbitri sanzionavano un fallo antisportivo a Martino a sei minuti dalla fine , Empoli a metà quarto conduceva 72-73. L’Azzurro Napoli Basket però trovava le energie necessarie per il contro sorpasso grazie a Berti-Villani costringendo coach Antonini di Empoli a chiamare Time Out.  Ad un minuto dalla fine punteggio 81-75. I liberi di Villani chiudevano la partita sul punteggio di 86-80 nonostante il tentativo di rimonta dei Toscani . Con questo successo l’Azzurro Napoli Basket conservava il secondo posto dietro l’Euro Basket Roma  portandosi a quota 42 punti.  

0 267

Domenica mattina a Portici alle ore 11.45 si è disputata la  quarta giornata di ritorno    tra Città Vesuviana- Lokomotiv Flegrea valevole per il campionato di divisione girone C. Trasferta organizzata in macchina da Piazzale Tecchio  prendendo l’autostrada A3 all’ andata con l’appuntamento al parco giochi di Portici e al ritorno andando per la strada normale passando per il Porto di Napoli. Il quintetto di Città Vesuviana: Busiello- Fontana- Grillo- Capasso-  Diogene.  Risponde la Lokomotiv Flegrea di Coach Fiore: Di Francia- Marinello- Volpicelli- Narciso- Conte.  Inizio con i canestri di Busiello- Narciso- Marinello per il 2-4 Lokomotiv dopo un minuto di gioco, pareggio subito dei padroni di di casa con Gallo a 7.25 dal primo intervallo. Nella seconda parte del quarto punteggio molto basso sul 12-10, per gli ospiti si mette in evidenza Marinello. A 46 secondi dal termine primo Break della partita grazie a Busiello per il 15-10 con una tripla. Il primo quarto si chiude sul 16-10 grazie ad un tiro di libero di Martino entrato dalla panchina. Il secondo parziale si apre con la tripla di Alfè entrato dalla panchina per il 16-13.  A 7.56 chiamato un fallo antisportivo ai Verde Nero  non sfruttato da  Fontana con un tiro libero e un canestro mancato da due, in questo parziale la Lokomotiv ha mostrato una carenza a rimbalzo.  durante la metà del parziale ospiti con il doppio lungo in campo Narciso- Alfè. A 5.46 dall’intervallo lungo Imparato segna un canestro da due e Marinello  perfeziona il parziale di 0-7 per il sorpasso 16-17 a 4.21 dal primo tempo. Fontana dopo circa  7 minuti interrompe il digiuno dei Vesuviani per il contro sorpasso 19-17 concretizzando un tiro supplementare canestro più fallo. Cipollaro  subentrato dalla panchina con una penetrazione pareggia 19-19 a 2.21 dalla fine.  A fine secondo quarto  da notare il Time Out chiamato da coach Fiore e Capasso che   concretizza un parziale di 5-0 portando il punteggio al primo tempo sul 24-19.Al rientro sul Parquet Verde Nero con il doppio Play  Di Francia- Cipollaro, proprio Di Francia a 7.18 dall’ultimo intervallo riporta sul 24-21 la Lokomotiv Flegrea con un canestro da due, subito risponde Diogene decretando il 26-21. Fontana con una tripla porta i padroni di casa al più 8, Alfè fallisce a liberi a 5.38 e subito dopo Busiello porta i suoi al più 10 costringendo coach Fiore a chiamare Time Out sul 37 -27.  Marinello con una penetrazione e un tiro libero assieme a Narciso sul finire del quarto provano un recupero portando il punteggio all’ultimo intervallo sul 38- 31. L’ultimo quarto si apre con il canestro di Martino  e la tripla di  Marinello per il 40-34. A 7.56 dalla fine del Match parziale di 4-0 di Città Vesuviana che decreta il momentaneo 44-34, ma Marinello con a solita bomba riporta a meno sette i suoi 44-37. A 6.09 dalla fine viene fischiato un fallo antisportivo a Di Francia che porta ad un solo libero segnato dai padroni di casa  per il 45-37 a 5 minuti dalla fine. A questo punto reazione veemente dei Verde Nero che trascinati da Marinello si riportano a meno uno dai Vesuviani, costringendo al Time Out il Coach  dei padroni di casa a 2.45 dal termine delle ostilità con il punteggio  sul 45-44 . Al rientro sul Parquet Cipollaro con 4 punti consecutivi firma il sorpasso a 2.12 dalla fine grazie a due tiri liberi e a un canestro da due.  Sul finale di gara Città Vesuviana prova a rientrare in partita con delle triple ma non ci riesce ultimo tentativo di Fontana, dopo un libero segnato da Alfè. A 5 secondi dal termine coach Fiore chiama Time Out, ma non serve perchè i padroni di casa rinunciano al fallo sistematico e la partita si chiude sul 45-49 con i tifosi ospiti che cantano salutate la capolista. La  chiave del Match è stata sicuramente il super parziale di 0-12 degli ultimi cinque minuti e la grande prestazione dell’uomo migliore della Lokomotiv Flegrea Marinello che nell’ultimo quarto ha letteralmente trascinato i suoi compagni di squadra. Con questo successo i Flegrei mantengono il primato a quota 20 punti. Prossimo turno sabato 19 marzo alle ore 17.30 alla Rosso maniero contro la Flegrea Basket.

0 673

Tra venerdì e sabato si è disputata la settima giornata di ritorno del campionato di Pallanuoto A1 . Venerdì alle ore 19.00 con diretta su Rai Sport il Posillipo è sceso in vasca conto Bogliasco in Liguria. Nel pre partita hanno parlato i due portieri ai microfoni Rai Tommaso Negri del Posillipo  Matteo Priam per Bogliasco . Il portiere  posillipino della Nazionale Italiana  ha dichiarato che per lui tornare in  Liguria è sempre un’emozione visto che è cresciuto proprio in questo club.Per lui le partite in trasferta si potrebbero giocare sempre a  Bogliasco e quelle in casa a Napoli. Infine dichiarava che l’obiettivo del Posillipo è entrare in final Six vista la caratura della squadra costruita per ben figurare. Emanuele  Prian dichiarava che il Bogliasco ha raccolto meno di quanto ha prodotto, che il club sta crescendo e si augurava di battere il tabù  Posillipo mai battuto negli ultimi anni.  Dopo pochi minuti prima parata di   Negri sull’ ex Gambacorta.  Subito dopo  Renzuto Iodice per i napoletani provava a segnare.Dopo 3.40 vantaggio ospite con   Saccoia,  I liguri provavano subito a pareggiare ma era bravo Negri con una grande parata a dire di no. Nella parte centrale del parziale due superiorità numeriche non sfruttate. a 2.40 dal termine  Di Somma in controfuga per il pareggio.  Verso la fine Guidaldi per il vantaggio Bogliasco 2-1.   All’inizio del parziale   i padroni di casa si rendevano pericolosi i padroni di casa con Guidaldi sempre bravo Negri in uscita e con una copertura di Cuccovillo che rischiava l’autogoal. Subito dopo no-due micidiale del Posillipo con le reti di Valentino Gallo Saccoia per il 2-3 a 4.24 dall’intervallo lungo che costringeva Bettini a chiamare Time Out .A 2.37 pareggio dell’ ex Gambacorta, subito dopo Klikovac per il 3-4 a 2.23 dall’intervallo lungo.A 40 secondi dal termine questa volta Occhiello era a chiamare Time Out. A 16 secondi dal termine Valentino Gallo per il primo mini Break 3-5. In avvio di secondo tempo Klikovac si procurava un rigore in controfuga, che Capitan Gallo sprecava. A 6.18 dall’ultimo intervallo Di Somma accorciava le distanze 4-5. Time Out chiamato da Occhiello. A 5.46 veniva espulso per proteste il presidente del Bogliasco Gavazzi per proteste in seguito ad un contrasto difensivo , costringendo Bettini a  chiamare Time Out. Pareggio sempre con Di Somma a 5.18 per il 5-5. Nella parte centrale del quarto difese protagoniste. Verso la fine del parziale episodio che decide la partita. Il centro Montenegrino del Posillipo Klikovac  dopo un’espulsione conquistata a gioco fermo rifilava una gomitata ad un avversario, vanificando la superiorità numerica , procurando l’inferiorità numerica ai suoi per 4 minuti  la doccia anticipata e il rigore trasformato dal Bogliasco con De Trane. In seguito doppio vantaggio per il 7-5 con Alonso. Negli ultimi secondi del quarto i liguri non sfruttavano addirittura una doppia superiorità numerica grazie all’espulsione di Dolce. In apertura di ultimo quarto il Posillipo cercava di tenere botta con la tripletta di Gallo, ma non bastava Goal di Guidi a 6.10 dal termine e Poker di Di Somma per il 9-6 finale. Ora il Posillipo alla ripresa del campionato dopo la sosta per il Pre Olimpico della Nazionale di Coach Sandro Campagna, non avrà per due partite il suo centro Klikovac per squalifica nelle  due partite più importanti contro Brescia Verona. A fine gara parlavano i due tecnici Bettini- Occhiello. Bettini dichiarava che l’espulsione e il rigore sbagliato hanno indirizzato la partita, nonostante la vittoria non era contento per l’andamento del Match molto nervoso e poco spettacolare,  faceva i complimenti ai suoi per la calma mostrata e per la vittoria contro una squadra molto forte. Infine   riferiva di essere preoccupato per la seconda sosta del campionato che taglierà sicuramente la gambe . Occhiello dichiarava che effettivamente la sua squadra si era innervosita per l’espulsione di Klikovac e che non era facile giocare in inferiorità numerica.Inoltre si rammaricava perchè fino a quel punto stava andando tutto nel verso giusto. Infine ammetteva che gli episodi hanno indirizzato il match e che per contenere l’inferiorità numerica nell’ultimo quarto al sua squadra ha palesato stanchezza. I parziali: (2-1), (1-4 ), (4-0), (2-1) Alle ore 16. 00 è scesa in vasca alla Scandone l’ Acquachiara che ha battuto per 15-7 la Florentia. I protagonisti  principali per la squadra di De Crescenzo Marziali e M.Luongo con 4 reti. Per i Toscani Vasic- Gobbi con 3 reti. i parziali: (3-1), (6-2) (1-2), (5-2). Sempre sabato pomeriggio in trasferta a Sori è scesa in vasca la rivelazione Canottieri Napoli vincendo per 9-11.Protagonisti principali Steardo con 5 reti per i Liguri Bruguljan per i Partenopei. Questi i parziali: (2-3), (1-4), (3-1), (3-3). Alla luce di questi risultati Canottieri quarta con 39 punti, Posillipo quinto con 36 e Acquachiara sesta con 35 . Prosismo turno fra un mese il 16 aprile Posillipo- Brescia martedì 12 aprile ore 20.00 .Scontro diretto per i play Off Savona- Acquachiara sabato 16 aprile ore 16.00 e infine Canottieri alla Scandone contro Lazio Nuoto ore 17.30.

0 776
Foto di Claudio Gervasio

Domenica alle ore 18.00 la Mimi’S Napoli basket  è scesa sul Parquet di Catanzaro per la nona giornata di ritorno tra la Mastria Vending Catanzaro- Mimi’S  Napoli Basket  . Scelta di grande cuore quella della squadra di coach Di Lorenzo che nonostante gli stipendi non pagati dalla nuova società con a capo  Sambiase ha voluto comunque organizzare la trasferta in Calabria  partendo e tornando nello stesso giorno  a Napoli vista l’indisponibilità a pagare pure l’albergo. Coach Di Lorenzo, con Iannone e Spera indisponibili, schierava  il quintetto composto da Sabbatino Berti, Giovanatto , Parrillo  e Fall. Grande equilibrio nella prima parte del match, il primo canestro di Napoli è ad opera di  Giovanatto che marcava dalla  lunga distanza. I calabresi partivano con ottime percentuali da tre, ma  Napoli era brava  a reagire grazie ai canestri di Parrillo e Berti.  Catanzaro provava ad allungare con  Naso che segnava 5 punti consecutivi che portavano il punteggio sul  19-14, Davide Serino a sua volta rispondeva con un parziale di 0-4. Verso la fine del primo quarto ancora Naso si faceva notare portando il punteggio alla  Sirena del primo intervallo sul 25-20. L’inizio del secondo quarto si apriva  con un 7-0 di parziale dei padroni di casa  che si portavano  al massimo vantaggio sul piu’ 12(32-20). Ma  la Mimi’S era bravissima a reagire  e grazie agli 8 punti consecutivi di Villani e in seguito ai canestri di Fall -Serino, riportavano Napoli in carreggiata sul 39-37.Catanzaro era ancora brava a tenere a debita distanza la squadra di coach Di Lorenzo , ma Berti ad un minuto dall’intervallo lungo permetteva a Napoli di portarsi un punto avanti 46-47.  Nell’ultimo minuto i calabresi riuscivano a chiudere il primo tempo in vantaggio di due punti 50-48.  Al ritorno sul Parquet Napoli iniziava meglio e  grazie alla bomba di Parrillo conduceva di 5 punti 52-57. Ma  Catanzaro a metà quarto firmava un parziale di 8-2 e grazie alla tripla di Di Dio rimetteva il naso avanti 60-59.  Nei minuti finali del terzo quarto la Mimi’S segnava con due canestri da tre ad opera di Giovanatto– Parrillo , ma il solito di Dio rispondeva e con un gioco da tre punti indirizzava il punteggio sul 67-70 a 100 secondi dall’ultimo intervallo il  quarto si chiudeva sul 67-73 per gli ospiti  grazie ai tiri liberi di Serino- Parrillo. Ad inizio ultimo quarto il protagonista principale era Martino che segnava 4 punti di fila portando la squadra di coach Di Lorenzo al più 8 69-77 dopo tre minuti di gioco. Catanzaro  chiamava Time Out, ma erano ancora gli azzurri trascinati da un superlativo Martino a dettar legge portando il punteggio al più 12  74-86. Negli ultimi minuti i calabresi provavano a  restare a galla e a tornare al meno 8, ma Napoli gestiva bene e allungava grazie ai tre liberi di Villani  decretando il punteggio sul 78-91. Alla fine vinceva Napoli 81-93. Con questo successo la Mimi’S conserva il secondo posto a quota 40 dietro l’Euro basket Roma.  Alla fine della contesa  il coach Di Lorenzo dichiarava come fosse orgoglioso della prova dei suoi che hanno fatto di tutto per regalare una gioia ai tifosi e alla città. Infine faceva i complimenti al pubblico di Catanzaro per la sportività mostrata con gli applausi  finali per la società ospite.

Mastria Vending Catanzaro-Mimi’s Napoli Basket 81-93 (25-20; 50-48; 67-73)

Catanzaro: Carpanzano 19, Naso 17, Abassi 10, Sereni 15, Infelise 3, Di Dio 9, Rotundo 5, Latella 3,  Fratto, Cossari.

Napoli: Berti 18, Villani 17, Parrillo 16, Serino 13, Giovanatto 10, Fall 9, Marino 8,  Sabbatino 2, Malfettone ne, Perrella ne.

0 1062

Domenica alle ore 14.30 allo stadio Simpatia di Pianura si è disputata la terza giornata di ritorno del campionato di terza categoria girone B di tra Lokomotiv Flegrea- Virtus Social Quarto. La squadra di Mister Fabio La Nave si è schierata con il 3-4-3: Cantales- Moretti-Morelli-Cimmino- Cioce-Palombo- Ambra Olisterno-Scarpitti- Sansone-Laviano.  Dopo 15 minuti Lokomotiv in vantaggio con un tiro di Sansone nell’area di rigore. Dopo un minuto miracolo di Cantales in uscita  su un tiro al limite dell’area di rigore.  Verso la mezz’ora Verde Nero ancora in attacco con un tiro del rientrante Ambra dopo un girone intero saltato per infortunio e con un tiro di Olisterno, in entrambe le occasioni bravo il portiere avversario a bloccare . Verso la fine del primo tempo  pareggio ospite  in seguito ad un lancio lungo l’attaccante del Quarto dopo una presunta carica su Cantales in uscita lo salta e deposita a porta vuota tra le proteste dei padroni di casa verso l’arbitro. Nel secondo tempo la Lokomotiv attacca a testa bassa andando due volte vicina al goal con due tiri al volo di Scarpitti  e con Laviano  Cimmino dalla distanza. Su quest’ ultimo era ancora bravo il portiere del Quarto a bloccare in presa alta.  A questo punto inizia la girandola dei cambi con le uscite dal campo di Sansone al suo posto il rientrante Minopoli dopo due mesi e  cambio del regista Frenna per Cioce. Al minuto 64 padroni di casa di nuovo  in vantaggio con Laviano bravo a mettere nell’angolino basso un cross proveniente dalla fascia destra.  A metà ripresa da segnalare l’allontanamento dalla panchina  del dirigente Di Tommaso da parte dell’arbitro. Verso la mezz’ora della ripresa Ambra prova ancora a segnare, ma ancora una volta era bravo il portiere del Quarto.  Al minuto 72 Minopoli con una rete su punizione chiude la partita sul 3-1. Alla fine da segnalare solo i cambi Corteggiano per Scarpitti e  il rientrante Franco per Cimmino. Prossimo turno Volare Calcio Lokomotiv Flegrea.  Questi i risultati del girone B: Cus 2-Virtus Marano 2,Villaricca 4- Virtus panza 1, Atletico Naples 0- Interpianurese 13,  Real Puteoli 3- Volare calcio 0 vittoria a tavolino, Lokomotiv Flegrea 3- Virtus Social Quarto 1, Pianura -Esperia Rione alto sospesa al minuto 8 per infortunio occorso all’arbitro sul punteggio di 1-0 e rinviata a data da destinarsi 20160313_153702_resized_1

0 669

Sabato  alla piscina  Scandone di Napoli alle ore 16.00 si è giocata la sesta giornata di ritorno tra Canottieri Napoli-Pro Recco. Sulle gradinate era presente pure l’ ex  bandiera del Posillipo Carlo-Silipo si potevano vedere circa 100 spettatori . Le due squadre si sono schierate in questo modo: Canottieri: 1 Tureiello- 2 Buonocore-3 Di Costanzo- 4 Migliaccio- 5 Bruguljan- 6 Borrelli- 7 Mattiello- 8 Campopiano- 9 Maccioni- 10 Velotto-  11 Baraldi- 12 Esposito- 13 Vassallo. Per la Pro Recco: 1 Tempesti- 2 Di Fulvio- 3 Mandic- 4 Figlioli- 5 Giorgetti- 6 Sukno- 7 Giacoppo-  8 Aicardi- 9 Figari- 10 Bodegas – 11 Fondelli- 12 Gitto- 13 Viola. Pronti via Pro Recco subito in vantaggio con Mandic, dopo una bella parata di Vassallo. Ancora a 6.46 dal termine del primo parziale bella parata di Vassallo su Aicardi.

Nella parte centrale del quarto la Canottieri provava ad attaccare ma la difesa della Pro Recco faceva buona guardia e i napoletani non prevenivano nemmeno al tiro. Raddoppio ospite con Di Fulvio a 4.57, in seguito Tempesti chiudeva la saracinesca a 3.36 dal primo intervallo. Di Fulvio firmava la sua personale doppietta per lo 0-3 a 2.06 dal termine. La Canottieri con un rigore di Bruguljan riusciva ad accorciare le distanza su rigore a 3 secondi dal termine. In avvio di secondo parziale la Canottieri sprecava la superiorità numerica con Velotto che si faceva rimpallare il tiro da Aicardi. Rispetto al primo parziale la Canottieri alzava l’intensità difensiva facendo sperare il pubblico nell’impresa.

I napoletani sprecavano ancora con Bruguljan che non sfruttava una controfuga buttando la palla  sulla traversa. Buonocore nella parte centrale tentava di segnare con un tiro dalla  distanza bravissimo  Tempesti a parare.  Sukno a 1.38 dall’intervallo lungo andava in marcatura per l’1-4. Come nel primo parziale anche nel secondo il sodalizio di Mergellina accorciava le distanze negli ultimi istanti con il secondo rigore di Bruguljan per il 2-4.  Alla ripresa del gioco allungo  reccherino con Giorgetti e con la doppietta di Mandic  a 4.45. Campopiano   a 4.09  riportava i padroni di casa al meno tre.  . Un minuto dopo protagonista Migliaccio che bloccava un tiro di Figlioli a 3.25 dal primo intervallo .

Bodegas  ancora per i Liguri per il 3-7 in controfuga a 1.09 dall’ultimo intervallo. In apertura dell’ultimo parziale Aicardi Bodegas per la sua personale doppietta chiudevano il Match 3-9. Ultimo gol per la Canottieri con Maccioni a 4.51 dal termine per il definitivo 4-9. Questi i parziali(1-3), (1-1), (1-3), (1-2) Sempre alla Scandone alle ore 17.30 è sceso in vasca il Posillipo contro la Lazio Nuoto vincendo per 15-3.

Protagonista della giornata è stato Valentino Gallo autore di 4 reti. le altre segnature di Dolce 2,Buslje 2 e una a testa per Cuccovilo, Marinic Kragic, Foglio, Klikovac, Russo,Renzuto Iodice Saccoia. Per i capitolini una a testa per Di Rocco- La Penna e Maddaluno. Questi i parziali  Incredibile sconfitta per l’Acquachiara la terza consecutiva che ha perso in Sicilia contro Ortigia  squadra che in classifica è situata nei bassifondi della classifica. Dopo i primi due parziali conclusi in vantaggio per (3-4), (2-4), nel secondo tempo Black Out per la squadra di De Crescenzo che subisce un parziale di (5-1) e nell’ultimo parziale in parità (3-3) ma non basta per evitare la sconfitta 13-12. Principali protagonisti  dei siciliani Camilleri e Di Luciano  autori  di tre reti.   Per l’Acquachiara protagonista principale il Nazionale S.Luongo con 6 marcature.

Dopo questi risultati Canottieri quarta con 36 punti- quinto il Posillipo con 36 e sesta l’Acquachiara con 32. Prima della pausa per il Pre Olimpico che inizierà dopo Pasqua ad Aprile settima giornata di ritorno.  Bogliasco-Posillipo con diretta di Rai Sport venerdì 11 marzo ore 19.00 Acquachiara-Florentia sabato 12 marzo ore 16.00 alla Scandone e Canottieri  in trasferta a Sori sempre sabato ore 16.00.

Claudio Gervasio

0 581
Foto di Eric Wong

Sabato 5 marzo alle ore 17. 30 si è giocata la terza giornata di ritorno tra Lokomotiv Flegrea Centro Ester Barra valevole per il campionato di Basket divisione girone C. Le due squadre si sono schierate con questi quintetti: Di Francia- Marinello- Del Giudice  Perisano-Narciso  Lokomotiv con il doppio play . Testa- Alise –Lello Zoo- Falanga.  ad inizio partita dopo due minuti il punteggio segna 4-4  grazie ai liberi dei Verde Nero di Narciso e di Di francia, per gli ospiti il canestro di Falanga. A metà del primo periodo Marinello firma il parziale di 5-0 portando i suoi sul 9-4. In seguito i padroni di casa allungano sul 16-7 grazie ai liberi di Narciso e Conte entrato dalla panchina.  Da segnalare che già nel primo quarto Barra raggiungeva il Bonus.

Narciso con un canestro da due chiude il primo quarto sul 20-9. Il secondo quarto inizia con i canestri do Conte- Alise, Cipollaro da due doppia i vesuviani portando il punteggio sul 26-13. A questo punto Barra  nella parte centrale firma  un parziale  di 0-6 grazie a  Testa che fa ritornare in partita i suoi  sul  28-21. Cipollaro con una penetrazione porta il tabellino sul 30-21. Sempre il medesimo Play entrato dalla panchina e Marinello portano ad un nuovo più 12 i padroni di casa sul 36-24. Alla fine del secondo quarto entra Junior che si mostra sontuoso a rimbalzo. Con questo punteggio si va all’intervallo lungo. Al ritorno sul Parquet sempre Cipollaro per il 38-24, nella parte centrale in evidenza Russo che finalizza un bel contropiede per il 45-34. Una tripla di Alise riporta i Vesuviani al meno 8. Dopo un Time Out chiamato dal Coach ospite Falanga segna un canestro da due per il meno 6 47-41.Verso la fine del terzo quarto viene fischiato un fallo antisportivo a Russo, i due tiri liberi segnati portano il punteggio all’ultimo intervallo sul 47-43. L’ultimo quarto inizia sempre con il Play Cipollaro protagonista che porta il tabellino sul 49-43, nell’azione seguente  Falanga no finalizza un gioco da tre punti 49-45. Anche in questo periodo Verde Nero con il doppio play Perisano- Cipollaro in seguito coach Fiore chiama un Time Out. Nella parte cetrale del quarto si lotta punto a punto, con Falanga che porta Barra al meno due e con Conte che riporta la squadra di coach Fiore a più 4 55-51. Verso la fine dell’incontro bella stoppata di Marinello su Testa.

A queso punto iniziano i falli tattici ma Narciso segna un libero per il 57-52 e nell’azione seguente è ancora protagonista con una stoppata su El Quadhi. Di Francia fallisce 2 tiri liberi, ma Marinello è bravo a segnare una tripla portando il punteggio sul 60-53. Nel finale tutte e due le squadre in Bonus ma questo per Barra non bastava e il Match si chiude sul 62-56 con gli ultimi due tiri liberi di Marinello. Alla  fine altra vittoria per la Lokomotiv Flegrea nonostante l’assenza pesante di Imparato. Per la partita sicuramente un fattore è stato Cipollaro. Con questo successo la Lokomotiv mantiene il primato a quota 18. Prossimo impegno domenica 13 marzo ore 11.45 contro Città Vesuviana. Questi i parziali.(20-9), (36-24), (47-43), (64-56).

Claudio Gervasio