Pallanuoto: Tra le napoletane vince solo il Posillipo

Pallanuoto: Tra le napoletane vince solo il Posillipo

0 444

20170329_193245_resizedIeri alla Scandone di Napoli si è giocata la ventunesima giornata    del campionato di Pallanuoto A1. Per primo è sceso in vasca il Posillipo che ha vinto 10-6 contro Torino. Per i napoletani grande protagonista Vlachopoulos con tre reti. Decisivo per la vittoria il primo quarto terminato 10-6. I parziali: (3-0), (3-3), (2-2), (2-1). Alle ore 19.30 è scesa in vasca l’Acquachiara davanti ad un centinaio di persone  contro i pluricampioni della Pro Recco. Ecco gli schieramenti Acquachiara: (1 Balzamo),(2 Del Basso), (3 Tozzi), (4 Steardo), (5 Sanges), (6 Robinson), (7 Barroso), (8 Cupic), (9La Penna),( 10 Krapic), (11 Confuorto), (12 Lanzoni), (13 Confuorto) All Porzio. Pro Recco: (1 Volarevic), (2 Alesiani), (3 Mandic), (4 Figlioli), ( 5Bruni l), (6 Di Somma), (7 Sukno), ( 8 Echenique), ( 9Figari), ( 10 Bodegas), (11 Aicardi),  (12 Ivovic), (13 Dufour). All Vujasinovic Nel primo quarto partita molto scorbutica, con le difese protagoniste. Il primo parziale si chiude 1-2 grazie alle reti di AicardiKrapicIvovic. Secondo quarto marcatura di Ivovic a 2.40 dall’intervallo lungo in superiorità numerica, per il massimo vantaggio ospite. a 2.09 dal termine Echenique in contropiede 1-4. A 1.27 dal’intervallo lungo 1-5 dei liguri sempre in ripartenza con Alesiani. Il secondo tempo si apre con la marcatura di Sukno per l’1-6. Alesiani a 4.29 dall’ultimo intervallo sigla l’ 1-7. Mandic ancora per i liguri a 3.39 dalla fine del terzo quarto 1-8. A questo punto arriva la reazione dell’ Acquachiara che segna con Robisnon e lanzoni il 3-8, ma il terzo quarto si chiude con la rete  di Figari per il 3-9. L’ultimo quarto inizia con le segnature di La Penna Figlioli 4-10. Confuorto   a 4.54 dal termine delle ostilità i napoletani accorciano le distanze 6-10 grazie alle reti di la penna e di Lanzoni. A 3.26 dal termine Bodegas manda un rigore sulla traversa. A 1.03 dalla fine del match Aicardi segna l’ultima ree 6-11. A fine match applausi del pubblico di casa, per l’impegno messo in campo dagli uomini di Porzio.

I parziali: (1-2), (0-3), (2-4), (3-2).

Alle ore 21.00 davanti a circa 50 spettatori sono scese in vasca Canottieri Napoli- Brescia. Lo schieramento degli uomini di Paolo Zizza: ( 1Rossa), (2 Buonocore), 3 Maccioni), 4( Brancaccio), (5 Giorgetti), (6 Borrelli), (7 Dolce), (8 Campopiano), (9 Di Martire), (10 Velotto), (11 Baraldi), (12Esposito), ( 13 Vassallo). Brescia: (Del Lungo), (2 Guerrato),(C.Presciutti), ( 4Randelovic), (5 Paskovic), (6 Manzi), (7 Muslin), (8Nora), (9 N.Presciutti), ( 10Bertoli),( 11Ubovic), (12Napolitano), (13 Moretti). All Bovo.  Inizio positivo della Canottieri Napoli con Velotto dalla distanza 1-0. A 3.53 dal primo intervallo lungo rete del pareggio di C. Presciutti. A 3.11 dal primo intervallo palombella di Randelovic per il primo vantaggio ospite 1-2. Ubovic a poco dal termine per l’1-3. Nel primo quarto dominio assoluto dei lombardi in difesa. Il secondo parziale si apre con l’espulsione del neo presidente del Varese calcio Baraldi  per proteste verso l’arbitro. A metà tempo una doppietta di Guerrato fissa il punteggio sull’1-5. A 1.58 dall’intervallo lungo Paolo Zizza chiama time out. A 1.40 dal termine la Canottieri Napoli accorcia le distanze 2-5 chiudendo con questo punteggio  il primo tempo. Nella ripresa i padroni di casa subiscono un parziale di 0-7 grazie alle segnature di PaskovicManzi, Nora,C.PresciuttiUbovicManzi,Bertoli. Perdendo un brutto match 2-12. Nell’ultimo quarto da segnalare l’espulsione di Muslin per proteste e il cambio in porta nella Canottieri Rossa rileva Vassallo I parziali: (1-3), (1-2), (0-4), (0-3).

Alla luce di questi risultati il Posillipo scavalca la Canottieri Napoli al quarto posto a quota 40 punti, i cugini subito dietro a 39 punti e l’Acquachiara settima a quota 24 punti. Prossimo turno sabato 1 aprile ore 15.00 Torino-AcquachiaraRoma-canottieri Napoli alla piscina del Foro Italico ore 18.00 e Lazio Nuto-Posillipo sempre a Roma ore 19.30.

Claudio Gervasio