Il primo Agosto festeggiamo alla faccia di chi ci vuole male

Il primo Agosto festeggiamo alla faccia di chi ci vuole male

0 866
Fonte: sscnapoli.it

Come ogni estate la Napoli sportiva vive di illusioni e rassegnazione, ci si aspetta l’acquisto risolutivo, il campione affermato, la certezza per il centrocampo, il rinforzo per la difesa che, quasi mai, arriva. Poi durante il campionato le cose possono cambiare: Jorginho si rivela un campione, Hysaj fra i migliori nel suo ruolo etc. ma di solito il pubblico è sempre insoddisfatto.

Quest’anno c’è un motivo in più per essere amareggiati, arrabiati e insoddisfatti, inutile spenderci altre parole, inutile aggiungere altro su quello che è successo, non ci resta che confidare in Sarri e nelle sue capacità di far uscire il meglio da ogni giocatori e magari, ma c’è poco da sperare, in un grande colpo di mercato.

Già si parla di boicottaggi, di disertare lo stadio (salvo poi riempirlo alla prima grande occasione) e di contestazione e infatti per Napoli Nizza del primo agosto, complice anche le ferie, sono state vendute poche migliaia di biglietti.  Triste, molto triste…

Il primo agosto il Napoli compie 90 anni, al San Paolo non dovrebbe esserci una partita, ma una festa. Come alcuni tifosi dell curva b hanno scritto su alcuni manifesti, sarà l’occasione per ricordare che il Napoli è di tutti.

Posso dire di aver vissuto e di ricordare almeno un terzo della vita del Napoli, ho visto il Napoli incantare il mondo e l’ho visto far ridere chiunque, ho visto cambiare presidente, allenatori e giocatori, ho visto campioni e bidoni, bandiere e traditori, ho sognato, sperato, riso, pianto e bestemmiato, insomma… ho vissuto con il Napoli la maggior parte della mia vita. Per fortuna non sono l’unico, per fortuna non siamo pochi, per fortuna siamo milioni di tifosi che al San Paolo si sentono a casa e che se proprio non possono seguire il napoli cercano, la radio, la tv o la connessione più vicina per sapere che sta facendo il Napoli. Il Napoli è parte integrante della vita di tutti noi e noi siamo parte integrante del Napoli. Il Napoli siamo noi.

Il primo Agosto non ci sarà una classica amichevole precampionato, di poco fascino e di scarso interesse, ma sarà il compleanno del Napoli, e non festeggiarlo, proprio in un momento di difficoltà è triste, oltre che da disamorati.

Io fottendomene del mercato, senza pensare al presidente, al tetto ingaggi, ai giornali e a nulla il primo agosto vado al san Paolo con le persone che amo a festeggiare la squadra che amo, almeno per quel momento il resto conta poco, poi figuratevi ogni fa come crede ma se il Napoli non si ama in questi momenti allora più che tifosi definetivi spettatori, pronti a guardare ad andare al teatro solo quando lo spettacolo vi piace, ma non prendete in giro nessuno, perchè il tifo è ben altro.

Per questo dico evitiamo a traditori, voltabandiera, magnafranchi a tradimento, giornalisti, presidenti o chicchessia di intossicarci una festa che è prima di tutto nostra e celebriamo questi 90 anni dove anche se è cambiato tutto due cose sono rimaste sempre le stesse: la maglia e i tifosi.

Paolo Sindaco Russo