Napoletani a Sanremo: 1989 Maria Laurito e il suo Babà

Napoletani a Sanremo: 1989 Maria Laurito e il suo Babà

0 1571

Cominciamo oggi una rubrica che durerà poco, fino al 13 febbraio precisamente, quando ci sarà la serata finale di Sanremo e Napoli sarà rappresentata da Clementino.

Prima del rapper Napoletano il palco dell’Ariston ha sempre ospitato artisti targati Na (e questa espressione viene proprio da una canzone Sanremese) e spesso si è sentito anche il nostro splendido dialetto. Abbiamo deciso di presentarvi alcune delle esibizioni più significative per raccontare la storia del rapporto fra la nostra città e il festival più amato/odiato d’Italia.

Iniziamo con un pezzo del 1989, quando Maradona, Careca e compagni spingevano il Napoli alla vittoria della Coppa Uefa e sul palco della città dei Fiori si presentava Marisa Laurito, l’attrice e Show Girl che aveva esordito con De Filippo e che pian piano si era trasformata in un’icona della Napoletanità più classica.

Marisa si presenta con un pezzo che sarebbe troppo limitante definire stile Arbore: Il Babà è una cosa seria, scritto da Salvatore Palomba, autore di canzoni storiche come Carmela resa celebre da Sergio Bruni, e Eduardo Alfieri, musicista autore delle colonne sonore dei film di Alfonso Brescia e di grandi successi di Mario Merola.

La scelta della Laurito è tanto coraggiosa quanto autoironica, strizza infatti l’occhio a tutti i cliché possibili e immaginabili, dal testo all’abito, dalle musiche all’atteggiamento Marisa, tanto che Beppe Grillo nel suo monologo le dedicherà una battuta: a mangiare la pummarola è rimasta solo lei, i Napoletani sono gente normalissima.

Sul palco quell’anno c’erano anche Carosone, Eduardo De Crescendo, Tullio De Piscopo e Peppino Di Capri a rappresentare la nostra città e l’inno agli stereotipi culinari partenopei si piazzò dodicesima, ma seconda in una immaginaria classifica fra i nostri concittadini, perchè solo Di Capri riuscì a piazzarsi, di poco, più in alto di lei, arrivò infatti undicesimo.

Adesso non resta che goderci la splendida performance della nostra Marisa!

SIMILAR ARTICLES