Buoni & Cattivi – Midtjylland Napoli e i mobili Ikea

Buoni & Cattivi – Midtjylland Napoli e i mobili Ikea

0 800
Fonte: sscnapoli.it - (photos di Italo ed Alessandro Cuomo)

Lo prendiamo da Ikea tanto lo monti tu e risparmiamo

Mamme, nonne, mogli, fidanzate, compagne, zie e amiche (che poi ti friendzonano) ce lo hanno detto migliaia di volte, e noi puntualmente ci caschiamo: torniamo a casa con i mobili Ikea tutti da montare pur di evitare una brutta figura con le nostre donne.

Ho già parlato del mobilificio svedese tanto odiato dagli Uomini, ma stavolta voglio soffermarmi su un dettaglio che spesso sfugge alle nostre donne, montare qualche mobiletto, sedia o poltroncina… magari anche un letto è semplice ma avete mai provato a montare un armadio componibile, un letto soppalcato o addirittura una cucina? Bé nonostante l’omino bidimensionale disegnato in una sola linea sul manuale di istruzioni sembri dire il contrario vi assicuro che è realmente complesso.

Bisogna organizzare tutti i pezzi divisi in 72 scatoli diversi, interpretare i geroglifici che indicano posizione e verso delle componenti del mobile, distinguere viti e vitarelle che spesso si differenziano solo per la filettatura ma che se usate male rovinano il truciolato, montare tutto evitando di graffiare la plastica di cui sono rivestiti e una volta montato tutto viene la parte più difficile: registrare cassetti e ante per avere tutto allineato.

Spesso la donna non sa tutto questo, si crede che sia come montare i lego e a fine lavoro ti chiede “Perchè l’anta è storta?” e tu in realtà non sai bene cosa rispondere, visto che è la prima volta in vita tua che registri un’anta.

Molti oggi stanno guardando il Napoli e pensano che sia facile fare 3 su 3 in Europa League, che non conta che due erano in trasferta, che mica è la Champions… Mica si gioca contro Real Madrid E Bayern. Certo è vero che non abbiamo giocato contro squadre di altissimo livello, ma 11 goal fatti e solo uno subito in 3 partite nono sono numeri a caso. Probabilmente chi fa questo commento è come la donna che ti guarda montare il mobile di Ikea, non capisce un cazzo e guarda solo il guardaroba da riempire senza pensare al lavoro che c’è dietro, e rimanendo nella metafora si può dire che nonostante Sarri sia alla sua prima esperienza europea per ora le ante sono tutte dritte.

Cattivi – Questa è una di quelle sere in cui non è facile trovarli, sulla catena di destra abbiamo sofferto un po’ ma Maggio che di solito quando gioca trova spazio qui oggi non ha fatto nulla di grave, lo stesso dicasi per David Lopez il più in ombra del centrocampo ma certo non si può parlare di prova negativa. Forse la cosa peggiore è il goal subito, un po’ rocambolesco e Reina è stato beffato, forse poteva fare di più, come ha fatto tutto il resto della partita, per cui come peggiore (pur di darne uno) indico il portiere spagnolo, ma solo sul goal.

Buoni – anche oggi non è facile scegliere, per primo citerei Callejon, grande goal e splendida traversa ma soprattutto grande senso tattico, quando esce lui il Napoli soffre un po’. Koulibaly ha fatto una partita strepitosa, tanti salvataggi di cui uno che vale un goal, l’assist che sblocca le marcature e una prova nel complesso superlativa. Migliore in campo? Ovviamente Manolo Gabbiadini Finalmente due goal di cui il secondo da cineteca, vero mattatore della serata.

Paolo Sindaco Russo