Napoli – Fiorentina: che partita sarà. Probabili formazioni e analisi

Napoli – Fiorentina: che partita sarà. Probabili formazioni e analisi

0 323
Fonte: sscnapoli.it - (photos di Italo ed Alessandro Cuomo)

Napoli e Fiorentina sono probabilmente le due sorprese più liete del campionato. Non per i buoni risultati che stanno ottenendo, trattandosi comunque di due squadre di alta classifica, ma per le proposte di gioco portate da Maurizio Sarri e Paulo Sousa che stanno raccogliendo grandissimi consensi. Domenica alle 15 il Napoli affronta la sorprendente capolista al San Paolo per un match che si preannuncia una vera partita a scacchi tra i due allenatori.

COME GIOCA LA FIORENTINASperando che gli dèi del calcio mi perdonino per quello che sto per dire, la Fiorentina, fatte le debite proporzioni, è una sorta di “piccolo Bayern Monaco”. Chiaro, non dovremo affrontare niente di simile per pericolosità all’armata di Guardiola, ma è palese che Sousa ha studiato a lungo le tattiche del genio catalano rendendosi conto di avere una squadra costruita per giocare in modo simile. I concetti di base sono infatti gli stessi: una difesa fluida che passa da 3 a 4 uomini cambiando fase, due esterni di grande spinta offensiva per creare ampiezza e un centrocampo che modifica la sua disposizione in base a quello avversario mantenendo comunque il principio di avere più fonti di gioco possibile, una prima punta molto intelligente nei movimenti. Il trio difensivo sarà composto da Roncaglia, Gonzalo Rodriguez e Astori con gli ultimi due responsabili della costruzione: la difesa a 3 è particolarmente difficile da pressare e la presenza di due giocatori tecnicamente superiori alla media rende l’impresa particolarmente complicata. Badelj dà equilibrio al sistema col suo dinamismo ma si riserva anche di lanciare lungo, fondamentale nel quale si è scoperto più dotato di quanto sembrava; la transizione sarà comunque basata fondamentalmente sul palleggio suo e di Vecino, con Ilicic pronto a ricevere tra le linee e Borja come sempre responsabile dell’accelerazione della manovra col suo moto perpetuo e la sua intelligenza, mentre Blaszczykowski (se vi sembra facile vi sfido a scriverlo giusto senza guardare) e soprattutto Marcos Alonso si butteranno in avanti per proporsi con dei tagli e dare ampiezza. A Kalinic il compito di aprire spazi per gli inserimenti dei compagni.

COME GIOCHERA’ IL NAPOLI La cosa più difficile contro i viola è iniziare l’azione, perchè il loro pressing altissimo è organizzato in modo da costringere gli avversari sulle fasce e accerchiarli per spingerli all’errore o al limite a buttare via il pallone. Vitale contro di loro sarà non commettere leggerezze perdendo palloni in uscita vista la loro abilità in transizione. Quando sono costretti ad abbassarsi sono comunque capaci di difendere con due linee compatte, ma ci vorrà tutta la qualità del centrocampo del Napoli per fargli abbassare il baricentro: nonostante le scarse abilità dei difensori a difendere con molto campo alle spalle, infatti, il loro primo principio difensivo è sempre accorciare il campo. La chiave per creare pericoli alla porta di Tatarusanu sarà quindi nei movimenti studiati per lanciare in profondità un attaccante: Higuaìn dovrà giocare molto spalle alla porta per ricevere tra le linee e aprire di prima, e anche Insigne ha questo tipo di abilità da “play esterno” (come dimostrano alcuni dei suoi assist sul lato debole per Allan in questo inizio di stagione). In particolare sarà necessaria una grandissima partita di Josè Maria Callejon, che contro una squadra senza esterni alti di ruolo dovrà preoccuparsi meno del terzino avversario e che fa dei tagli esterno-interno senza palla il suo pezzo forte.

PROBABILI FORMAZIONI

NAPOLI (4-3-3): Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamsik, Callejon, Higuaìn, Insigne.

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu, Roncaglia, Rodriguez, Astori, Blaszczykowski, Badelj, Vecino, Alonso, Ilicic, Borja Valero, Kalinic.

Roberto Palmieri

©RIPRODUZIONE RISERVATA – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione dell’autore e della fonte, Soldato Innamorato o www.soldatoinnamorato.it