Vi racconto perché ho cantato DeLa figlio di put…

Vista dalla Curva B

Vi racconto perché ho cantato DeLa figlio di put…

0 888
Curva B - Magnammancill- (Napoli - Dnipro)

Il Dela figlio di put.. l’ha cantato il distinto, la curva e la tribuna insieme. Tutti hanno cantato anche non comprendendo bene il perchè. Sono sentimenti e mi piace scrivere di sentimenti e di quel pizzico di romanticismo che ancora si intravede al san paolo. E’ successo questo al San Paolo. Se ne può prendere atto o meno ma questa è la realtà allo stadio di ieri sera.

Ieri sera era la prima del San Paolo. Faceva un fottio di caldo e gli unici ad avere il cazzo tosto erano i ragazzi delle paranze dei ferri. Faceva tanto caldo che tutti hanno pensato di entrare dopo le 20:00, con conseguente intaso ai gate. I primi a disperarsi per l’incontro sono stati proprio i borghettari. Faceva caldo. La Sambuca e il Borghetto di contrabbando avrebbe ulcerato qualsiasi stomaco foderato di amianto. Ma di amianto c’era la nostra difesa che tanto dal caldo si è sbriciolata con il culo a terra. Con quel caldo e’ facile alzare bandiera bianca davanti ad un paio di finte doriane ed è altrettanto facile innamorarsi di quanto siamo forti lì davanti. La scioltezza di quei 45’ min iniziali palla al piede era la stessa scioltezza che aveva l’espansione della macchia di sudore dietro le mie spalle. All’intervallo c’era una folla confidente, appaciata c’era tanta guapparia nell’aria. Sarà stata l’abbronzatura e le ferie appena concluse ma non ho sentito un kitammuorto volare sugli spalti. Così confidenti che addirittura eravamo pronti a festeggiare il 30 esimo di un amico accendendo le candele del 3-0. Non l’abbiamo fatto, scaramanzia docet. Ma riti scaramantici a parte, quante altre cose non avremmo voluto fare o vedere nel secondo tempo. A partire dagli svenimenti per il caldo in aria di rigore o alle palle mosce dei nostri ultra-milionari lì davanti. Al 90esimo si è ingrossato il nervo e si sono infiammate le corde vocali. A memoria era da almeno 15-16 anni che non sentivo una contestazione così trasversale a mezzo coro. Tutta la curva ha cantato Dela figlio di puttana. Compatto, deciso e liberatorio, complimenti ai ragazzi. L’ho cantato anche io, con tutta l’aria accumulata nello stomaco ed era la prima volta dai tempi di Ferlaino che non lo facevo. E ad essere sinceri, non mi sono proprio pentito.

Peppe Sorrentino

SEGUICI E COMMENTA CON NOI SU FACEBOOK SULLA PAGINA DI SOLDATO INNAMORATO E SU TWITTER @SurdatNammurat

©RIPRODUZIONE RISERVATA – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione dell’autore e della fonte, Soldato Innamorato o www.soldatoinnamorato.it