Napoli Basket, presentato il ricorso contro l’esclusione dalla Lega Due

Napoli Basket, presentato il ricorso contro l’esclusione dalla Lega Due

0 940

Dunque l’attesa conferenza stampa del Presidente Balbi si è da poco conclusa e l’impressione è duplice. Da un lato un Balbi battagliero che dice di non mollare e di avere fiducia nei propri avvocati e nella giustizia sportiva e dall’altro però la sensazione che ci sia, sotto traccia, una certa rassegnazione a fare la serie B. Troppe volte la Federazione Pallacanestro è stata sportivamente “tradita” dal basket a Napoli e le probabilità che possano dare fiducia a questa società sono oggettivamente scarse.

Per chi non lo sapesse riepiloghiamo: venerdì scorso il Consiglio Federale della Fip ha respinto la domanda di ammissione al prossimo campionato di serie A2 dell’Azzurro Napoli Basket dopo aver appreso del parere negativo da parte della Com.Te.C.  Immediato è stato il ricorso avverso la decisione del Consiglio Federale presentato dalla società.

Queste in sintesi le dichiarazioni del Presidente Balbi:

Voglio innanzitutto chiarire che lAzzurro Napoli Basket non è fallito ne è stato radiato. Anzi, abbiamo fatto uno sforzo enorme, abbiamo risolto tutte le problematiche su stipendi, lodi e Arbitrati chiudendo tutte le pendeze verso giocatori e allenatori: Voglio ringraziare soprattutto 4 giocatori dello scorso anno, Allegretti, Malaventura, Ganeto e Sabbatino che non hanno fatto alcuna azione legale nei confronti della società. Oggi ripartiamo con una situazione a debiti zero”.

 A maggio con l’ultima rata NAS pagata in ritardo, la società era fallita. In 10 minuti, trovandomi per puro caso nello studio di un avvocato c’è stato chi ha dato la propria disponibilità a darci una mano, si è innescato un meccanismo grazie a imprenditori e professionisti, per aiutarci in tutti i modi.  Abbiamo fatto un nuovo CdA, creata una bad company che si è accollata i debiti  e abbiamo iscritto la squadra con conferimento di deposito cauzionale di 70 mila euro;

Insomma un gruppo di persone che pur correndo il rischio di affrontare la serie B è disposto ad andare avanti, una struttura di persone competenti;

Per quanto riguarda il nostro ricorso credo che sia talmente lieve la contestazione e considerando il fatto di aver soddisfatto tutti i requisiti, sono convinto che tutto sarà modificato in una multa o una penalizzazione.  L’avvocato Enrico Cassì sta seguendo il ricorso. Entro una settimana, non oltre il 30 luglio, avremo il verdetto.

Insomma davvero non si sa cosa pensare. Se la federazione di sicuro non potrà dare grande fiducia alla società i tifosi non possono che essere ancora più scoraggiati e l’ironia con la quale vengono commentate sui social network le parole di Balbi lo confermano.

L’impressione, come detto, è che al di là delle parole di circostanza, in società siano quasi tutti convinti che alla fine si dovrà ripartire dalla serie B.

Potrebbe essere anche un bene se il progetto fosse davvero serio (continuano a rimanere misteriosi questi nuovi soci), ma l’esperienza, le premesse e gli avvenimenti di queste ore non autorizzano nessuna fiducia. Entro 10 giorni, comunque, sapremo tutto.

Paolo De Luca