Sport

0 1290

La Partita dei 2 Capitani è un po’ festa natalizia del rugby Napoletano, un modo simpatico e in linea con lo spirito di questo sport di scambiarsi gli auguri di natale, ma non solo.Si tratta di  una partita dove le squadre vengono create al momento da due capitani, come quando si giocava in strada da ragazzini, può partecipare chiunque abbia compiuto 16 anni e, ovviamente, abbia dimestichezza con la palla ovale.

Anche i capitani vengono scelti al momento, quest’anno li sceglierà  Rodolfo Antonelli, meglio conosciuto come Rudy, grande animatore del rugby a Napoli. L’unico requisito per essere uno dei due protagonisti della sfida è quello di essere stato capitano di una delle tre squadra che hanno portato avanti negli anni la tradizione di questa sfida, che ha una storia lunga e affascinante come ci a racconta lo stesso Rudy

La partita dei 2 capitani nasce fra i giocatori della squadra del Liceo Umberto, ma a inizio anni 90, quando la squadra del Liceo chiuse i battenti, venne proseguita dalla Squadra del Cus, dove si era trasferita la maggior parte dei giocatori.

Nel 2000 anche la squadra del Centro Sportivo Universitario venne chiusa, poiché il rugby veniva ritenuto uno sport troppo costoso ma la partita dei capitani continuò ad essere un appuntamento fisso. La partita tradizionale venne però portata avanti dall’allora neonata Amatori Napoli Rugby, che ancora oggi la organizza.
La partita è anche un modo per ricordare Annamaria Cinque e Antonio Caiazzo, ragazzi che militavano rispettivamente nell’Umberto e nell’Amatori Rugby, scomparsi prematuramente.

Quest’anno la sfida ha già avuto un “antipasto” a Scampia, con un evento in piazza che ha visto come insoltio protagonista anche Chef Rubio, ma l’evento vero e proprio sarà il 26 dicembre al Villaggio del Rugby a Bagnoli (ex base NATO) e sarà l’occasione di scoprire il mondo del rugby anche per chi non lo conosce, visto che il rugby è uno di quegli sport dove sugli spalti ci si diverte quasi più che in campo.

Paolo Sindaco Russo

0 764
Foto di Juan Fernández - https://www.flickr.com/photos/juanjaen

Nella penultima giornata di andata la 12 per il campionato di A1 si sono giocate in un turno spezzettato Canottieri Napoli- Brescia, Pro Recco- Acquachiara e sabato 12 dicembre Posillipo- Florentia quest’ultima ancora a Santa Maria Capuavetere per la continua indisponibilità della Scandone. Niente da fare per Canottieri e Acquachiara. Troppo forti le prime due della classe. La Canottieri sempre nel Casertano ha perso per 7-15 lottando solo nei primo due parziali.

L’Acquachiara ha perso in Liguria contro la squadra più forte di tutti i tempi per 11-5, lottando solo nel primo e nell’ultimo quarto. Partita combattuta invece tra il Posillipo e la Florentia terminata 10-9. Parziali sempre in equilibrio con i Toscani che perdono solo il primo parziale per 3-1, pareggiando gli altri per 3-3 e vincendo l’ultimo 1-2. Per i Rossoverdi decisivo il primo parziale. In evidenza il napoletano Valentino Gallo autore di 3 reti. Con questo successo il Posillipo si riporta al quarto Posto a quota 24 scavalcando le altre compagini napoletane con la Canottieri a 23 punti al quinto posto e l’Acquachiara sesta a quota 20. Ora lunga pausa per l’Euroepo della nazionale Italiana di Pallanuoto di Sandro Campagna. Il girone d’andata si completerà il 30 gennaio con Ortigia-Canottieri Napoli, Acquachiara-Sori e Savona-Posillipo.

Claudio Gervasio

0 859
Mimi's Napoli - Palestrina

La Mim’s riprende il cammino. Battuta Palestrina. Sabato 12 dicembre alle ore 20.30 in un Palabarbuto mezzo deserto si è disputato lo scontro al Vertice tra Napoli-Palestrina valevole per la 12 giornata del campionato di B1.Le due squadre si schieravano con questi Quintetti:Serino-Iannone- Berti-Sabbatino-Giovannatto, Rischia-Gagliardo- Pozzi-Rossi- Pierangeli.

 I padroni di casa dopo pochi minuti iniziavano subito bene con un Break di 7-0 grazie anche ad un gioco da tre punti di Iannone. Nella seconda parte del match la squadra di Coach Di Lorenzo si issava sul 19-2 con un altro gioco da tre punti questa volta firmato da Serino. Capovolgimento di fronte e Gagliardo era bravo a tenere il piede Perno per andare a canestro e portare il punteggio sul 199-4. Per i Laziali solo Gagliardo -Molinari tentavano di tenere a galla Palestrina e rendevano il primo quarto meno amaro terminato sul 25-9 .Nel secondo parziale da segnalare solo un Antisportivo fischiato a Pozzi su Sabbatino e l’ottima percentuale di Napoli da tre che all’intervallo lungo incrementava il vantaggio sul 43-22. Nel terzo quarto ancora animi accesi con un antisportivo questa volta fischiato a Berti per una piccola contestazione verso Molinari e ancora un canestro di Serino che completava il gioco da tre punti segnando pure il libero.

Nella seconda parte del parziale coach Di Lorenzo era costretto a chiamare Time Out per un piccolo calo di tensione sul 61-42. Rientrati sul Parquet Napoli riprendeva la marcia andando all’ultimo intervallo sul punteggio di 66-47. L’ultimo quarto si apriva con Palestrina che provava ad aumentare i ritmi di gioco ma Napoli teneva bene in difesa. Nella seconda parte del quarto saliva in cattedra Parrillo che prendeva ritmo segnando molti canestri dall’arco dei tre punti portando il parziale sul più 27. A questo punto Napoli perdeva qualche palla di troppo ma i Romani non riuscivano ad accorciare sui padroni di casa.A 5.08 dal termine da segnalare per gli ospiti Gagliardo che con un canestro aumentava il suo score a 22 punti.

Negli ultimi minuti di gioco da segnalare il più 30 di Napoli e le due entrate in campo dei giovanissimi Perrella e Miglio. Il giovane napoletano classe 96 entrava nel tabellino inserendo una tripla. Alla fine il Match si chiudeva sull’ 88-60. Nonostante l’assenza per problemi fisici di Villani la squadra di Coach Di Lorenzo ha mostrato sul Parquet un ottimo Basket con una bella circolazione della palla. Decima vittoria per i padroni di casa che con questo successo raggiungono di nuovo in testa l’Euro Basket Roma. Prossimo turno sempre al Palabarbuto domenica 20 dicembre ore 18.00 con un’altra Laziale Fondi.

MIMI’S NAPOLI BASKET-CITYSIGHTSEEING PALESTRINA 88-60 (25-9 ;43-22;66-47)

Napoli: Spera 2, Iannone 7, Martino 3, Serino 20, Perrella 3, Berti 18, Giovanatto 13, Sabbatino 10, Fall 2, Parrillo 10. All. Di Lorenzo

Palestrina: Rischia 5, Rossi 6, Molinari 11,Miglio 2, Pecetta 1, Pierangeli 5, Brenda 2, Gagliardo 24, Stirpe 2, Pozzi. All.Lulli.Il tabellino finale.

 

Claudio Gervasio

0 798
Foto di Juan Fernández - https://www.flickr.com/photos/juanjaen

Sabato pomeriggio si è giocata l’11 giornata del campionato A1 di Pallanuoto. Il Posillipo ha vinto per 5-11 in trasferta contro l’Ortigia soprattutto grazie alle due triplette di dolce e Klikovac. La Canottieri Napoli ha vinto in casa alla Scandone contro Trieste per 9-8 grazie alle due triplette di Campopiano eBrguljan. Unica Sconfitta per l’Acquachiara che ha perso per 3-4 in casa contro la seconda in classifica Brescia.Prossimo turno diviso in 3 giorni.La Canottieri Napoli sfiderà Brescia in casa alle ore 15.00 l’8 dicembre, L’Acqachiara sfiderà fuori casa la capolista Pro Recco mercoledí 9 dicembre ore 19.30 e il Posillipo giocherà contro la Florentia sabato 12 dicembre ore 16.00. In classifica la Canottieri Al quarto posto a quota 23, il Posillipo ha scavalcato Al quinto posto l’Acquachiara a quota 21 punti e Subito dietro il sodalizio di Piscinola a 20 punti.

Claudio Gervasio

0 714

Ieri sera si è giocata Al Palabarbuto Napoli- Catanzaro valevole per la 10 giornata di campionato. I quintetti iniziali erano composti da: Berti- Villani- Spera-Fall- Iannone. Per Catanzaro Carpanzano- Naso- Sereni- Di Dio- Abbassi. Il primo canestro della partita era opera di Catanzaro dopo un minuto. Pareggiava subito Spera per Napoli. Nei minuti successivi il punteggio siglava 9-9 grazie ad una tripla dei Calabresi di Naso.

Napoli nel primo tempo dominava sotto canestro, ma soffriva anche dall’arco dei tre punti gli ospiti. Nel corso della prima frazione il coach di Catanzaro chiamava un Time Out di un minuto perchè Napoli stava prendendo troppo il largo. Al rientro sul Parquet Catanzaro si stava riavvicinando sul 21-19, ma Napoli Riusciva a tenere gli ospiti a debita distanza e il primo quarto si chiudeva sul 30-25. Ad inizio secondo quarto dopo un’azione sbagliata di Sabbatino, Sereni finalizzava il contropiede per il 30-27.

Il Coach ospite Pullano sul più 10 dei partenopei 41-31 era costretto a chiamare nuovamente il Time Out. La squadra di coach Di Di Lorenzo dominava anche nella ripresa sotto canestro soprattutto con Fall,allungando in maniera decisa a 1.48 dall’intervallo lungo sul49-38. Prima della fine del secondo Quarto c’era il tempo per un contropiede di Martino che fissava il punteggio sul 51-40. All’intervallo lungo il tabellino siglava 53-43. In apertura di terzo quarto Serino per i padroni di casa segnava per il 55-43. Però I Calabresi firmavano un parziale di 0-4 con Di Dio- Sereni portandosi Al -8 sul 55-47.

A 7 dal termine. Catanzaro a 4.50 dall’ultimo intervallo recuperava ancora con un parziale di 4-10 fissando il punteggio sul – 8 65-58. Napoli dopo essere arrivata ad un vantaggio minimo di 7 punti 66-59, innescava la freccia con un parziale di 5-0 grazie pure ad una tripla di Parrillo si portava a più 12 sul sul 71-59. Nella parte centrale del quarto veniva fischiato un fallo tecnico a Carpanzano mandando Sabbatino in lunetta. Napoli praticamente con un parziale di 13-3 chiudeva il Match sull’84-62. I padroni di casa aumentavano il vantaggio a 6.21 dalla fine del Match con un più 24 91-67. La partita terminava sul 104-78 con I partenopei che sfondavano il muro dei 100 punti confermandosi capolista con l’ottava vittoria di fila.

Mimi’s Napoli Basket- Mastria Vending Catanzaro 104-78 (30-25;53-43;84-62) Napoli: Spera 4, Iannone 21, Martino 7, Serino 19, Villani 14, Berti 6, Giovanatto, Sabbatino 12, Fall 7, Parrillo 14. All.Di Lorenzo

Catanzaro: Fratto, Carpanzano 12, Naso 3, Latella 5, Calabretta 1, Abassi 20, Di Dio 11, Sereni 20, Infelise 6, Cossari, Scuderi. All.Pullano

Claudio Gervasio

0 786
Foto di Juan Fernández - https://www.flickr.com/photos/juanjaen

L’ cquachiara vince e la Canottieri si aggiudica lo storico Derby. Sabato pomeriggio si è giocata la 10 giornata valevole per il campionato di serie A1 di Pallanuoto. Un sabato molto movimentato, vista l’improvvisa indisponibilità della Piscina Scandone per problemi riscontrati dall’Arpac sull’ qualità dell’acqua. Ancora una brutta figura per l’impiantistica sportiva napoletana.

Le tre napoletane sono state costrette ad emigrare a Santa Maria Capua Vetere nel Casertano. L’Acquachiara ha vinto per 13-9 sulla Pallanuoto Trieste. In evidenza S.Luongo autore di 5 reti. Questi i Parziali:(4-1 )(1-2) ( 4-5), (4-1). Alle ore 17.30 sono scese in vasca Posillipo-Canottieri per il derby storico, che ovviamente avrebbe sortito altro spettacolo se si fosse giocato a Viale dei Giochi del Mediterraneo. La Canottieri ha battuto i Rossoverdi per 10-8. Fatale per il Posillipo il terzo quarto in cui ha incassato un parziale di 0-3.

Per la Canottieri si è messo in evidenza Esposito U autore di tre reti. Alle luce di questi risultati in classifica Canottieri e Acquachiara hanno scavalcato in classifica il Posillipo. Il sodalizio di Mergellina e di Piscinola ora sono attaccate a quota 20 al quarto posto. Subito dietro i Rossoverdi a quota 18. Il prossimo turno prevede sabato 5 dicembre alle ore 15.00 Ortigia-Posillipo ore 15.00, alle ore 16.00 Canottieri-Bpm Pn Sport Management e alle ore 19.30 Acquachiara-Brescia. Si spera alla Scandone di Napoli.

Claudio Gervasio

0 734
Foto di Juan Fernández - https://www.flickr.com/photos/juanjaen

Troppo forte per il Posillipo. Ieri sera alle ore 20.30 con diretta su Rai Sport 2 si è giocata nella piscina del comunale di Sori la Supercoppa Europea tra Pro Recco e Posillipo. I Liguri vincitori dell’ Eurolega e i napoletani dell’Eurocup nel derby della scorsa primavera contro l’Acquachiara. Iniziavano bene Subito i Rossoverdi Che dopo 39 secondi passavano in vantaggio con Marinic. A2.32 dal primo intervallo I Liguri pareggiavano con Ivovic e completavano la rimonta a 1.40 dal termine del primo quarto con Filipovic.

Da registrare nel primo quarto l’otttima difesa Reccherina e Posillipina.Nel secondo parziale dominio dei padroni di casa Che firmavano un parziale di 3-0 portandosi sul 5-1 grazie a due reti di Sukno e di Pijetlovic. Nel terzo quarto il giovane Salernitano migliore del Posillipo in apertura segnava il 5-2. Sukno a6.00 dal termine segnava la sua Terza rete personale per il 6-2.Filipovic a 4.02 dell’ultimo quarto portava Al massimo vantaggio I Liguri per il 7-2. Pijetlovic segnava la sua doppietta a 3.12 dal termine per l’8-2. A 1.53 dall’ultimo intervallo arrotondava il risultato per il 9-2. A questo punto reazione d’orgoglio Rossoverde Che negli ultimi 2 minuti accorciava le distanze con Busljle e Dolce per il 9-4.Nell’ultimo quarto ancora non c’era storia e la Pro Recco vinceva la sua 6 Supercoppa Europea con il punteggio di 12-4 firmando un parziale di 3-0 con le reti di Figari, Bodega e la doppietta di Fondelli.

Da registrare nel Posillipo l’espulsione definitiva di Saccoia a 6.54 dal termine del Match e l’esordio del classe 2001 Marco Ricci negli ultimi secondi di gara. Parziali:(2-1),(3-0),(4-3),(3-0). La chiave del Match è stata I due break Liguri nel secondo e quarto Parziale.Inoltre il Posillipo era in emergenza per due assenze. Quella più determinante di Klikovac. Ai microfoni di Rai Sport Felugo, il portiere ( Capitano) Tempesti e il tecnico Pomilio parlavano come tesserati della Pro Recco.

Per il Posillipo il portiere Negri e il tecnico Occhiello. Maurizio Felugo direttore generale dei Liguri ed ex perno della Nazionale Italiana dichiarava che la Pro Recco sicuramente si farà trovare pronta per la Champions e saprà fronteggiare la difficoltà dell’Europeo a spezzare la stagione. Il portiere Stefano Tempesti icona della Nazionale era soddisfatto per l’ennesimo successo conquistato ad inizio stagione e di avere sempre l’entusiasmo dei tempi migliori. Inoltre si prometteva di essere da esempio per I ragazzi più giovani di lui di 15-16.

Il tecnico Pomilio esprimeva tutta la sua felicità per il suo primo successo in carriera , di essere consapevole Che non bisogna abbassare la guardia, di non soffrire la pressione e faceva i complimenti alla squadra per il gioco espresso.Infine si complimentava con il Posillipo per aver onorato lo spettacolo e per non essersi arresa nonostante l’emergenza, mostrando la solita foga agonistica che lo contraddistingue nelle finali. Il secondo portiere della Nazionale Italiana del Posillipo Tommaso Negri dichiarava che nonostante l’emergenza era contento dello spirito per come era scesa in vasca la squadra, perchè aveva mostrato grande voglia di lottare. Aggiungeva che rispetto Al 13-2 in campionato la squadra aveva fatto un passo avanti, infine rendeva merito alla squadra più forte di tutti I tempi aggiungendo a titolo personale che si era divertito nel giocare contro questi campioni.

Il tecnico posillipino Occhiello anche lui rimarcava l’emergenza mostrata soprattutto negli ultimi due quarti , ma nonostante ciò era contento dello spirito Della sua squadra, essendo consapevole Della difficoltà nel compiere l’mpresa.

Claudio Gervasio

0 739
Foto di Juan Fernández

Venerdì 19 novembre davanti a circa 100 spettatori, alla piscina Scandone si è giocata per la 9 giornata di campionato canottieri-Napoli-Bogliasco. Nei primo quarto Liguri avanti grazie alle reti di Guidaldi-Gavazzi. Nel secondo quarto Bogliasco andava ancora in marcatura con De Trane su rigore. Mentre per i napoletani Migliaccio sbagliava il penality. Dopo 16 minuti i napoletani accorciavano le distanze con un gol di Mattiello che portava il Match all’intervallo lungo sull’1-3.

Da notare come la canottieri Napoli non sfruttava molte superiorità numeriche. Da contraltare i Liguri segnavano ben due goal con l’uomo in più. All’intervallo ai microfoni di Rai Sport si presentava Alessandro Velotto della Canottieri Napoli. Dichiarandosi fiducioso per un suo recupero in vista del derby di sabato pomeriggio 28 novembre contro il Posillipo nonostante sia reduce da un’operazione per la frattura del setto nasale. Aggiungendo che ai suoi compagni nei primi due quarti era mancata la cattiveria sotto porta.

Alla ripresa delle ostilità Maccioni accorciava a 5.33 dal termine per il 2-3. Brguljan pareggiava i conti per il 3-3 a 2.42 dall’ultimo intervallo. Ma i Liguri riuscivano di nuovo ad andare sul più due grazie alle marcature di De Trane e Gambacorta.Nell’ultimo quarto Di Costanzo a 2.50 dall’inizio dell’ultimo quarto portava il sodalizio di Mergellina sul punteggio di 4-5. Grazie a Borrelli la Canottieri preveniva ad un nuovo pareggio sul 5-5. Negli ultimi minuti da registrare il palo di Di Somma in seguito ad un pallonetto per Bogliasco, l’ottima aggressività dei napoletani in difesa, un possibile rigore con espulsione per la Canottieri negli ultimi secondi del Match che portava all’espulsione del tecnico dei napoletani Paolo Zizza e l’ultimo tentativo di Guaraldi per Bogliasco con la parata di Vassallo. A fine Match si presentavano ai microfoni i due tecnici Zizza e Bettini e il portiere del Bogliasco Prian. Zizza ai microfoni Rai continuava a protestare per l’episodio finale, aggiungendo che secondo lui è stata la peggior partita della sua squadra. Si mostrava arrabbiato per il nervosismo mostrato visto il rigore sbagliato e per le superiorità numerica non sfruttate,oltre che per l’atteggiamento molle nei primi due quarti. Infine faceva i complimenti agli avversari e dichiarava che per come si era messa la partita la Canottieri aveva guadagnato 1 punto non pensando alla mancata vittoria. Bettini e Prian di Bogliasco si rammaricavano per il doppio vantaggio sprecato , aggiungendo che nel processo di crescita graduale della squadra sono sulla strada giusta. Il tecnico dichiarava pure che due anni fa questo pareggio a Napoli era da considerarsi ottimo, che i suoi avevano sprecato troppe energie , inoltre affermava che la Canottieri aveva qualche problema , infine dichiarava che alcune decisioni arbitrali non gli erano piaciute, nonostante ciò affermava che il rigore per la Canottieri Napoli c’era e che il suo sogno era conquistare l’Europa. Il portiere pure lui lasciava un’altra considerazione dicendo che sognava la Nazionale. I Parziali finali(0-1,1,2,2-2,2-0).

Sabato 21 novembre in vasca in Veneto scendeva il Posillipo sconfitto in Veneto contro Bpm Pn Sport Management per 13-10 nonostante le 4 marcature di Valentino Gallo. Per i Veneti in evidenza Arnaldo Deserti ex centro Boa della Nazionale Italiana autore di 4 reti. Vittoria per 6-8 invece per l’Acquachiara scesa in vasca nella pisicna del Foro Italico contro la Roma Vis Nova . Nei capitolini da registrare la presenza del centro Boa Alessandro Calcaterra ex perno della Nazionale Italiana classe 1975. Per l’Acquachiara in evidenza Valentino autore di tre reti.Alla luce di questi risultati in classifica le tre Campane si trovano in quarta-quinta.sesta posizione. Il prossimo turno registra il derby alla Scandone sabato 28 novembre ore 17.30 Posillipo-Canottieri, mentre L’Acquachiara scenderà in vasca sempre alla Scandone sabato 28 novembre contro Trieste ore 16.00.

Claudio Gervasio

0 849
Foto di Eric Wong

Ieri pomeriggio alle ore 18.00 si è giocata per l’ultima volta in casa al PalaVeliero di San Giorgio a Cremano davanti a circa 300 persone il Derby tra Napoli-Maddaloni valevole per l’ottava giornata di campionato B1. Da registrare il cambio di Sponsor per la società napoletana passata da Givova a Mimi’s. Coach Di Lorenzo schierava il quintetto con Berti, Iannone ,Villani, Fall e Serino.

Partiva forte la squadra di coach Di Lorenzo con un parziale di 7-0. Con protagonisti Berti-Villani. Il primo canestro per i casertani era firmato dalla lunga distanza da Desiato. Nella seconda metà del quarto Napoli allungava con Iannone, e con il lunghi Fall-Spera portandosi al primo intervallo sul 27-7. Nel secondo partivano ancora bene i napoletani con una tripla di Parrillo e Spera che portavano il punteggio sul 36-17.

Nella seconda metà del secondo quarto avevano già segnato tutti i cestisti e la Mim’s Napoli conduceva all’intervallo lungo già sul 50-23. Nella seconda parte della gara i partenopei gestivano il vantaggio è a metà del quarto il punteggio era sul 57-29.I canestri di Berti, Iannone e Giovanatto portavano la Mimi’s Napoli sul 65-33 a due minuti dall’ultimo intervallo con un più 32. All’ultimo quarto il punteggio recitava 67-33 grazie ad un Layup del capitano Playmaker Sabbatino.

Nell’ultimo parziale Maddaloni partiva bene con un parziale di 0-7 dopo il canestro in apertura di Villani tenendo il passivo sotto i 30 punti. Ma alla fine ciò non bastava perchè i padroni di casa vincevano il match per 85-50 grazie a 7 punti consecutivi di Fall issandosi al secondo posto della Classifica. Ora la prossima settimana Big match in trasferta contro la Capolista Eurobasket Roma.

Mimi’s Napoli-San Michele Maddaloni (27-7;50-23;67-33)

Napoli: Spera 5, Iannone 11, Martino 7, Serino 11, Villani 10, Berti 10, Giovanatto 5, Sabbatino 3, Fall 14, Parrillo 9 . All.Di Lorenzo

Maddaloni: Ragnino 2, Piscitelli, Caceres 14, Desiato 8, Marini, Garofalo 2, Rusciano 2, Perillo, Chiavazzo 14, Florio 8 . All.Monda.

0 643
Foto di Juan Fernández - https://www.flickr.com/photos/juanjaen

Tra venerdì e sabato pomeriggio si è giocata l’8 giornata d’andata del campionato di serie A1 di Pallanuoto. Venerdì 13 novembre è andata in scena su Rai Sport 2 alla Scandone a partita tra Acquachiara-Savona.

Nel primo tempo con un parziale di 4-0 gli uomini di De Crescenzo hanno iniziato alla grande il Match. Con le reti di Gitto a 1.30 dall’inizio del Match, con Korolija M. a 4.10 dall’inizio, un’altra volta con Gitto a 4.45 e con Valentino G a 6.50 a un minuto e mezzo dal termine.

Pronti via e a inizio secondo quarto Savona segnava con Sadovyy. Subito dopo Valentino G . portava l’Acquachiara sul 5-1. . A 3.12 dall’intervallo Lungo Mistrangelo replicava al gol dei napoletani di Luongo S portando il punteggio sul 6-2. A questo punto i Liguri avevano un sussulto d’orgoglio accorciando le distanze sul 6-4 con Milakovic e Bianco, ma Perez a 14 secondi dal termine del secondo quarto manteneva Savona a debita distanza marcando per il 7-4, in questo Quarto le due squadre hanno segnato molti gol in superiorità numerica.

Marziali alla ripresa delle ostilità dopo due minuti aumentava il vantaggio dell’Acquachiara sull’8-4. A 5.30 Savona aveva la grande opportunità di segnare su rigore ma Milakovic buttava la palla sul palo. Michele Luongo nella parte centrale del terzo tempo marcava per il massimo vantaggio del team di Piscinola sul 9-4. Ma a 1.33 dall’ultimo intervallo lungo prima con Alesiani e poi con Colombo Savona accorciava ancora le distanze portandosi sul 9-6.Ad inizio quarto Sadovyy cercava di riportare Savona i nuovo sotto per il 9-7, ma prima Gitto e poi Marziali chiudevano la partita sull’11-7. I parziali .(4-0, 3-4,2-2,2-1).

Nell’Acquachiara da registrare dopo 5 mesi per infortunio alla spalla, il rientro del Nazionale Scotti Galletta. Bello anche l’abbraccio prima dell’inizio dell’ultimo quarto tra il Dg dell’Acquachiara Pino Porzio e Alberto Angelini. Rispettivamente ex allenatore e giocatore dei Pluricampioni della Pro Recco.

Le dichiarazioni dei protagonisti: Pino Porzio si complimentava con la squadra per come ha mantenuto le distanze da Savona e inoltre non cercava alibi sulla questione delle partite ravvicinate dichiarando che era un problema di tutte le squadre. Affermava che la delusione dell’eliminazione dalla Coppa era passata e pure l’amalgama della squadra dopo i nuovi innesti è migliorato.Tranne il centro Boa Korolija arrivato dopo e ancora in ritardo di condizione.Infine era contento della classifica perchè inizia a rispettare gli obiettivi prefissati ad inizio anno. Il tecnico del sodalizio di Piscinola De Crescenzo dichiarava i miglioramenti di concentrazione, ma confermava le dichiarazioni di Perez che ne pre partita ai microfoni Rai aveva detto che l’avversario principale dell’Acquachiara era proprio la medesima squadra per il suddetto problema.Ancora aggiungeva che la sua squadra deve migliorare il gioco di squadra e non basandosi solo alle azioni individuali. Sul calendario era d’accordo sul fatto che la squadra è stata leggermente penalizzata per aver giocato ogni tre giorni considerando pure l’Eurocup, ma facendo i complimenti ai giocatori per i grossi passi avanti fatti.Confermava le dichiarazioni del Dg Porzio sugli obiettivi stagionali e inoltre era contento nell’aver fatto debuttare in A1 un giovane come Aiello. Come dichaiarzioni si complimentava con gli avversari e soprattutto con l’ex perno della Nazionale Italiana Alberto Angelini per il carattere che ha saputo dare a Savona nel non mollare mai il Match. Il tecnico dei Liguri Alberto Angelini bacchettava i suoi per non aver saputo approcciare bene la partita affermando che nel primo quarto i giocatori erano contratti e con un avversario di caratura tecnica superiore doveva fare meglio la squadra. Aggiungeva pure che a Savona è mancata la zampata e il non aver sfruttato qualche contropiede in tutto il Match. Si rammaricava di aver contestato l’arbitraggio e di non aver riaperto la partita e come ultima cosa ammetteva che i suoi uomini in questa partita hanno cercato troppo il centro Boa . Brescia 10-Posillipo 2. Brutta sconfitta in terra Lombarda per i Rossoverdi che pagano nei primi tre quarti un parziale di 9-1. Brescia conduceva senza problemi chiudendo il Match sul 10-2. Lazio Nuoto 11-Canottieri 14.

Vittoria in trasferta per lo storico circolo del lungomare Caracciolo. La Canottieri Napoli ha comandato per tutti i parziali tranne che nel secondo quarto.In evidenza per i napoletani Bruguljan d autore di quattro reti. In classifica generale il Posillipo è quarto, la Canottieri quinta e L’acquachiara sesta. Nel prossimo turno la Canottieri Napoli sfiderà Bogliasco alla Scandone in anticipo venerdì 20 novembre ore 18.45 con la diretta su Rai Sport 2 , Il Posillipo fuori casa sabato 21 novembre con Bpm Sport alle ore 16.00 e l’Acqachiara affronterà nella piscina del l Foro Italico Vis Roma sempre sabato 21 novembre alle ore 16.

Claudio Gervasio

IN PRIMO PIANO

0 7556
Ho 35 anni, ho fatto in tempo ad avere Lui come idolo, i caroselli con via Caracciolo tutta azzurra e 127 scoperchiate, le lacrime...

0 702
Quando, due anni, fa Paolo Sindaco ed io decidemmo di far nascere questo sito web pensavamo di dover dare voce alla nostra passione comune...

0 2198
Pochi mesi fa il signor sindaco Luigi de Magistris, detto Masaniello, pubblicizzò l'iniziativa (meritoria) di un numero verde a cui telefonare per segnalare in...

0 2575
Non è il Centro Paradiso, ma Castelvolturno. Non c'è Ottavio Bianchi, ma Maurizio Sarri. Eppure Diego Armando Maradona è ormai praticamente un membro del...

0 5800
Tutti abbiamo un amico, o meglio un conoscente, che non ci sta molto simpatico,  Magari per le sue continue esternazioni fuori luogo, perchè è...