4 marzo 2018 tra gioie e delusioni

4 marzo 2018 tra gioie e delusioni

0 1427

28660886_10157178379746040_8358538869536194560_oDomenica 4 marzo mentre gli italiani si recavano a  votare, la Lokomotiv Flegrea con i suoi tifosi al seguito aveva due appuntamenti ancora più importanti. Doppia trasferta nel casertano. Ore 12.00 la tifoseria è andata al seguito della squadra di calcio in bus a Mondragone per disputare una delle gare più importanti dell’anno in casa della seconda in classifica. Ore 15.01 fischio d’inizio agli ordini del signor Alfieri di Nola e il comunale di Mondragone si riempie di tifosi, con una folta rappresentanza di ragazzini. Formazione Falciano: 4-4-2 Riccardi-Caterimo-Moussa-Spada-Borzachiello-Bianco-Varone-De Felice-Stasimo-Ginestra-Stasimo. In panchina: Troise-Nicoletta-Colardo- Fusco-Di Chiara-Di Donato-Maddaluno. Per la Lokomotiv Flegrea: 4-2-3-1 Pugliese-Cimmino-Sorrentino-Magurno-Martusciello-Laudiero-M.Sorrentino-Costantino-De Tommaso-Nicolella-Di Mattia. Panchina: Buonocore-Palombo-Grazioso-Carrella-Capano-Scherma. All Cuomo. Per tutto il primo tempo il Falciano ha tentato la carta del contropiede, lasciando macinare il gioco alla Lokomotiv Flegrea. Ottima pure la tattica del fuorigioco con la difesa elastica provata in settimana bene eseguita dai difensori flegrei. Inizio di partita con una conclusione di Stasimo di poco al lato. Al decimo minuto lo stesso attaccante di casa porta i suoi in vantaggio. Al sedicesimo minuto del primo tempo Di Mattia pareggia sfruttando una ribattuta di Ricciardi dopo un tiro dall’ area piccola di M. Sorrentino. In seguito l’attaccante flegreo sfiora il gol con un bel colpo di testa, ma Ricciardi devia in angolo. Al ventisettesimo minuto ancora bravo il portiere di casa a respingere una punizione di Costantino e sugli sviluppi dell’azione l’attaccante ospite si rende pericoloso con una conclusione dalla distanza che finisce di poco al lato. Verso la fine del primo tempo Nicolella viene ammonito per proteste. Nonostante il provvedimento disciplinare ottima prestazione per il trequartista verde nero che lotta dovunque in ogni zona del rettangolo di gioco che somigliava al deserto del Sahara. Il primo tempo termina con il punteggio di 1-1 da notare il campo di gioco in alcune zone imperfetto, pure per la pioggia mattutina caduta in Campania. Ammonizioni del  primo tempo: Nicolella, M.Sorrentino e Laudiero.

Nella ripresa prima conclusione di Costantino di poco alta . Prima del sessantacinquesimo minuto uno-due micidiale della Lokomotiv Flegrea. Rete di Di Mattia con un colpo di testa e replica poco dopo Nicolella sfruttando una papera di Ricciardi. Per Di Mattia doppietta personale e tredicesima rete in campionato. Verso la mezz’ora del secondo  tempo doppio cambio  esce Sorrentino per Carrella e  Laudiero per Grazioso. In seguito l’arbitro Alfieri fischia una punizione   e Spada sputa in faccia a Di Mattia e vengono tutti e due ammoniti. Spada è un ex giocatore del Sant’Antimo che aveva disputato la finale Play Off di terza Categoria proprio contro la Lokomotiv Flegrea nel giungo 2017. Nell’azione successiva Costantino protesta con l’ arbitro e viene ammonito. Poi si rischia la mini rissa con  l’attaccante flegreo che  viene espulso perché la panchina del Falciano insulta la sua mamma e lui perde la testa provando a reagire. Nonostante l’espulsione, ottima prestazione per l’attaccante flegreo che ha dimostrato la sua immensa classe. Al settantacinquesimo minuto bella punizione di All’ottantunesimo minuto De Tommaso sfiora il gol con una conclusione da fuori area, con la palla che termina di poco al lato. Vero il novantesimo tris di cambi per la Lokomotiv Flegrea. Entra Capano esce De Tommaso, Poi esce Di Mattia per Scherma e Palombo per Nicolella. In seguito Capano orchestra un contropiede facendo rivivere i tempi della semifinale Mondiale del 2006 Germania-Italia di Dortmund con un passaggio alla Gilardino per Martusciello. Ricciardi respinge e Scherma appena entrato cala il poker. Prima del fischio finale l’attaccante della Lokomotiv Flegrea al rientro dopo due mesi per infortunio sigla la sua doppietta personale scartando il contropiede. Alla fine Falciano 1-Lokomotiv Flegrea 5. Complimenti alla dirigenza formata da SansoneLeonetti e il Mister in seconda Zofra. Bravo pure l’allenatore Cuomo a far ruotare tutta la rosa e a togliere le coppia di centrocampisti dal campo. A fine partita grande festa nel bus da parte della squadra verso il ritorno a Napoli. Questa vittoria proietta la Lokomotiv Flegrea in testa alla classifica a quota 46 punti, secondo posto il Domitiana Club a quota 41 punti e terzo proprio il Falciano a quota 40.

Alle ore 19.31 sono scesi sul parquet Aics Basket Caserta-Lokomotiv Flegrea. Ambiente molto surreale in un vero e proprio bunker. Il match si è sviluppato nella Bruges del casertano Casapulla. Ecco i Roster Aics Basket Caserta: Ruggiero, Lamberti, Giustiniani, Leone, Mastropietro, Avizzano, Petrillo, Verdicchio, Sagnella. All Coach Imperlini. Lokomotiv Flegrea: Di Francia, Di Fusco, Del Gais, Di Serio, Imparato, Di Fusco, Cipollaro, D’Acunto. All Coach Maddaluno. Inizio di partita con un atteggiamento molle sul parquet da parte della Lokomotiv Flegrea. Primi due canestri dei padroni di casa da parte di Sagnella Ruggiero. Primo canestro ospite da parte di Di Fusco per il 4-2. Nella parte centrale del quarto Di Serio con un gioco da tre punti pareggia i conti sul 7-7.A 3.20 dal termine del primo quarto Piombino realizza il 9-7.in seguito Leone Mastropietro siglano il più 7 (14-7)  a47 secondi dal termine. Quest’ultimo segna pure il tiro libero. Una penetrazione di Di Francia chiude il primo quarto sul 14-9. Pochi canestri in questo primo quarto con la Lokomotiv Flegrea cha ha sofferto la difesa aggressiva di Caserta.

Il secondo quarto inizia con i due tiri liberi di Di Fusco 14-11. In seguito Cipollaro impatta sul 14-14. Nella parte centrale del tempo Caserta con una tripla 17-14. Risponde Del Gais con una bomba dal perimetro a 3.00 dall’intervallo lungo per il 19-16. Tripla di Avizzano a 2.42 dalla fine per il 22-16. Di Serio a quarantasette secondi dal termine sigla il più cinque(22-17). Il primo tempo termina sul 24-17 grazie ai liberi messi a segno da Avizzano. In questo quarto i verde nero hanno mostrato delle carenze a rimbalzo.

Nella ripresa Caserta mette la freccia e si porta subito sul più 13 (30-17). Di Serio da due per il 30-19. Nella parte centrale del quarto Del Gais tenta di prendere per mano i suoi, ma Caserta continua a dominare dal perimetro e dal sotto con Mastropietro Avizzano chiudendo il terzo quarto in vantaggio 46-24. L’ultimo quarto si apre con l’aumento dei decibel del pubblico ospite che cerca di scuotere i propri cestisti, ma i padroni di casa continuano a dominare grazie ai canestri di Mastropietro e di Ruggiero per il 48-28. Negli ospiti bene ancora Del Gais.  A metà tempo sempre Mastropietro e Ruggiero portano il punteggio sul più 26(56-30). Nel finale di match parziale di 0-14 degli ospiti, ma è una reazione tardiva e gli uomini di coach Maddaluno dopo sette vittorie consecutive perdono il match con il punteggio di 56-44. Bel colpo in chiave play Off per Aics Basket Caserta che si porta a quota 24 punti. La chiave di questa sconfitta è stata la mancanza di cattiveria agonistica e ii black out del secondo quarto e terzo quarto. Oltre alla mancanza di Ariante. Occasione subito per rifarsi domenica 11 marzo ore 17.30 contro Giugliano in un vero e proprio scontro diretto per la promozione diretta in D. La giornata di oggi a livello Nazionale è stata condizionata dalla morte di Astori. Pure in queste due partite ci sono stati i minuti di silenzio.

Ecco il referto Aics Basket Caserta: Mastropietro 17, Avizzano 12, Ruggiero 5, Lamberti 4, Leone 4, Verdicchio 4, Giustiniani 4, Del Gaudio 4,  Sagnella 2,Petrillo.

Lokomotiv Flegrea: Di Serio 14, Cipollaro 10, Del Gais 7, Di Fusco 6, Imparato 4, Conte 2, Di Francia 1, D’ Acunto.

Primo arbitro: Cannoletta Gregorio di San Nicola La Strada (CE)

Secondo arbitro: Mandato Mattia di San Nicola La Strada (CE).

Ulteriori informazioni su: Playbasket.it

 

Fonte foto:Lokomotivflegrea.it

Claudio Gervasio

NO COMMENTS

Leave a Reply