Campionato di Basket A2: Ancora una sconfitta casalinga per il Cuore Napoli

Campionato di Basket A2: Ancora una sconfitta casalinga per il Cuore Napoli

di -
163

20171223_202912_resized

Stasera alle ore 20.30 si è giocata la tredicesima giornata del campionato di A2 Ovest tra Cuore Napoli Basket-Mocada Agrigento. Vigilia vissuta con dei rumors di mercato sul lungo di 2.20cm Sergio Cuccarolo di scuola Benetton Treviso. La squadra di coach Russo Troiano si è presentata sul parquet del Palabarbuto di Fuorigrotta senza il suo miglior realizzatore Carter. Da sottolineare prima dell’inizio del match la premiazione dell’ex cestista di Napoli Mimmo Morena, la squadra dei migranti Tam Tam di Castel Volturno ospite della società azzurra e la contestazione del pubblico partenopeo che prima della partita ha lanciato sul parquet delle sfere di Natale per chiedere maggior impegno.  Ecco i due quintetti: Per Napoli Sorrentino, Nikolic,Mascolo, Basabe, Mastroianni. All Russo. Per Agrigento: Zugno, Evangelisti, Cannon, Guariglia, Williams. Primi punti di Basabe sotto canestro per il 2-0, pareggia subito Guariglia. A 8.3o dal primo intervallo sempre Basabe per il 4-4. Due bombe di Nikolic Matsroianni  a metà del primo quarto portano Napoli in vantaggio sul 12-9. I padroni di casa a 2.18 dal primo intervallo incrementando il vantaggio grazie alla tripla di Mastroianni che porta il punteggio sul 21-15. Pepe per Agrigento a 1.42 dimezza lo svantaggio sul 21-18. Capitan Maggio con un nuovo canestro dal perimetro per il nuovo pi 6(24-18) ad un minuto dal primo intervallo. A 26 secondi dal termine Cannon realizza due tiri liberi per il 24-20. IL primo quarto si chiude con il canestro da due di Nikolic e la tripla di Evangelisti che determinano il 26-23.

Il secondo quarto inizia con il canestro di Williams i 4 punti consecutivi sotto le plance di Vangelov e il canestro da sotto di Lovisotto per il 30-27 di Napoli a 8.30 dall’intervallo lungo. In seguito Agrigento prende il sopravvento e Pepe determina il 32-43 a 5.12 dall’intervallo lungo. Mascolo interrompe il parziale negativo  realizzando un canestro, ma non il tiro aggiuntivo e il punteggio recita 34-43. A 2.37 dal termine con una tripla Sorrentino riporta Napoli al -6 (39-45). Il Cuore Napoli Basket grazie ad una difesa forte realizza un parziale riuscendo addirittura sul finale di quarto a riportarsi in vantaggio 46-45  grazie alla bella penetrazione di Mascolo e a Vangelov che domina sotto canestro, ma si va all’intervallo lungo sul punteggio di 46-48 grazie alla tripla di Pepe e ad un canestro dello stesso lungo napoletano, che tocca il ferro dopo il suono della sirena.In questo primo tempo Napoli ha mostrato voglia di lottare, dimostrando però carenze sotto le plance e in difesa soprattutto dal perimetro. Nell’intervallo lungo è intervenuta pure la blogger napoletana Anna Trieste sul parquet.

Il secondo tempo si apre con Nilkolic che riesce ad impattare il punteggio, ma subito dopo Pepe realizza ancora una tripla per il 48-51.A 5.25 Napoli si riporta in vantaggio sul 58-57 grazie ai due liberi di Vangelov e alla tripla di SorrentinoCannon risponde subito a 5.05 dal termine del terzo quarto per il 58-59. In seguito nuovo vantaggio dei partenopei con i cinque punti consecutivi di  Nikolic che determinano il 62-59 a 4.16 dalla fine del terzo quarto. Parziale di 7-0 completato da Napoli con il recupero palla di Mascolo che fa riscaldare tutto l’impianto di Furigrotta. Subito dopo Basabe commette il quarto fallo personale e viene immediatamente chiamato in panchina da Coach Russo. In seguito Agrigento torna in vantaggio sul 61-65, ma Vangelov impatta 65-65. Ambrosin con quattro canestri a pochi secondi dal termine riporta Agrigento in vantaggio 65-69 e Vangelov chiude il quarto realizzando il 67-69.

L’ultimo quarto  inizia con il libero di Ambrosin per il 67-70. In seguito ancora Ambrosin con una tripla per il 67-73 a 8.32 dalla fine delle ostilità.Fioravanti Cannon portano il punteggio sul 69-73 a metà tempo. In seguito il Play Maggio riporta Napoli in partita con una tripla 72-75, ma sul capovolgimento di fronte Williams realizza una tripla mortifera a fil di sirena per il 72-78. A tre minuti dal termine Napoli si gioca l’ultima carta Basabe che appena rientrato sul parquet si produce in una bella stoppata. Mascolo Pepe Ambrosin portano il punteggio sul 76-82, però i siciliani firmano un parziale di 0-4, arrivando al massimo vantaggio(76-86) grazie ai canestri di Cannon Pepe. Alla fine la partita si chiude sull’81-89, grazie al parziale di 5-0 di Napoli negli ultimi secondi per merito di una tripla di Fioravanti e il tiro da due di Nikolic. A fine partita la squadra contestata con dei cori di disapprovazione da una sparuta fetta di pubblico per l’ennesima sconfitta stagionale. la salvezza a questo punto per Napoli si fa sempre più complicata. Sicuramente la mancanza della stella Carter in alcuni momenti della partita si è rivelata un fattore.

Cuore Napoli Basket-Moncada Agrigento 81-89 (26-23; 46-48; 67-69)

Cuore Napoli Basket: Sorrentino 13, Basabe 9, Fioravanti 6, Mastroianni 6, Mascolo 12, Vangelov 17, Ronconi ne, Puoti ne, Gallo ne, Maggio 7, Bordi ne, Nikolic 11. Coach Russo

Moncada Agrigento: Cannon 22, Zugno 1, Evangelisti 11, Cuffaro ne, Magro ne, Williams 20, Ambrosin 12, Guariglia 2, Pepe 17, Lovisotto 4. Coach Ciani

Arbitri: Caforio, Marota, Valzani.

Claudio Gervasio