Buoni & Cattivi – Napoli Sassuolo, scopamiche e migliori amiche

Buoni & Cattivi – Napoli Sassuolo, scopamiche e migliori amiche

di -
305
Fonte: sscnapoli.it - (photos di Italo ed Alessandro Cuomo)

Amica, fidanzanta, moglie e al massimo amante… queste sono più o meno le uniche possibilità di rapporto fra un uomo e una donna che ci vengono presentate durante la nostra formazione scolastica.
Da quel momento in poi tendiamo ad avere la necessità di categorizzare i rapporti, di classificargli, di dargli un nome che possa più o meno stabilire quali sono i diritti e doveri della coppia, più si è evoluta la società, più si sono emancipati i rapporti e più siamo diventati prigionieri di migliaia di definizioni, solo facebook ce ne offre 11. Un po’ per la paura di votarsi a una persona sola un po’ per l’altisonanza di quell’impegno a vita ad “amarsi  e onorarsi vicendevolmente finchè morte non ci separi” c’è sempre di più la tendenza definirsi con altre parole come compagno o partner, ma non solo, anche a creare nuove tipologie di relazione mettendo sulla bilancia quello che dovrebbe essere puro istinto: attrazione e affinità, sentimenti e passioni devono essere misurati, pesati con il bilancino e categorizzati… la guerra mente e cuore cantata dal grande Nino è stata abbondantemente vinta dalla Mente e in rare occasioni dal cazzo.

In questo marasma di definizioni ritroviamo due realtà che mi hanno da sempre affascinato: la friendzone e la scopamicizia. Friendzone, termine contemporaneo che indica la situazione in cui un ragazzo è follemente innamorato di una ragazza ma lei, anche se lo adora, non vuole fidanzarsi ma lo considera solo un amico. Scopamicizia, due amici, ma anche semplici conoscenti, che hanno abitualmente rapporti sessuali senza avere nessun impegno.
Se ci pensiamo bene una migliore amica, quando ci fa vivere in quel limbo tremendo che è la friendzone, ci fa tirare fuori il peggio di noi. Non riusciamo mai a essere perfettamente lucidi in sua presenza, non riusciamo mai a dire quello che vorremmo veramente dire, ci comportiamo in modo diverso per piacerle ma niente, non c’è molto da fare, per quanto possiamo applicarci le cose non cambiano, con le non abbiamo grosse speranze e forse stiamo solo perdendo tempo. Al contrario la scopamicizia ci permette di essere più sfrontati, più a nostro agio, la sicurezza di portare a casa il risultato ci permette di essere più brillanti e di cercare di osare qualcosa in più, certo non sempre va bene, ma mal che vada ci abbiamo provato, alla fine sappiamo che andrà a finire come vogliamo.

Ho sempre pensato che il Napoli con il Sassuolo sostanzialmente fosse in frindzone, non si è mai espresso al meglio e quasi mai è riuscito ad avere la meglio, spesso, come l’anno scorso tutto si è risolto in una perdita di tempo… Però oggi il Napoli ha trattato il Sassuolo come una scopamica, ha osato di più, si è divertito, ha cercato la giocata perchè sapeva che comunque avrebbe portato a casa il risultato.

CattiviHamsik deve raggiungere questo record, così riuscirà a giocare a mente sgombra. Albiol ha grosse responsabilità sul goal del Sassuolo ma almeno recupera con l’assist del 3 a 1.  Il peggiore di oggi è probabilmente Chiriches, ha responsabilità su quasi tutte le (poche) occasioni create dai verdeneri.

BuoniAllan migliore in campo, c’è poco da aggiungere, ogni volta che tocca palla esclamo “che ci tiene!”  perchè solo così si rende l’idea delle tante doti del centrocampista brasiliano. Ghoulam inesauribile sulla fascia non è una novità, così come il tiro di destro, dopo un goal e un palo con quello che in teoria sarebbe il suo piede debole inizio a pensare che dovrebbe tirarci anche le punizioni. Migliore di oggi? Il San Paolo, 2 ore di cori ininterrotti, una vera bolgia che non si è ammutolita neanche dopo il momentaneo pareggio come spesso accadeva in passato.

Paolo Sindaco Russo