Quando l’amore finisce

Quando l’amore finisce

0 552

– Mò è inutile questa faccia, io pensavo di averti capito ma invece non avevo capito niente!

– …

– Per te è tutto facile, o saje perchè? Tu non tieni sentimenti, tu nun tieni niente! Mi hanno detto pensa a te, alla tua vita. Certo che ci penso, io volto sempre pagina, figurati, è un’abitudine, ma che vvuò fa, stà vota fa chiù male, ci vorrà più tempo, ma camminerò a testa alta nun te preoccupà. Certo che pure tu, proprje cù chella aviva i?

– …

– …

– È questo che vorrebbe dirgli?

– È un pensiero ricorrente. Fantastico di potergli parlare. Dottò non è facile, io ci provo a dimenticare, sto provando in tutti i modi, ma me lo trovo sempre davanti, e la tivù, e il web, je nun cià faccio a vederlo con quella maglia, mi fa una reazione chimica, bello e buono mentre sto in cucina parlo con la televisione, parlo coi giornalisti sportivi! E poi penso, ma perchè devo dimenticare? Ma perchè solo perchè se si è fatto comprare da quelle grandi chiaviche io mi devo pure sottrarre il piacere di andarmi a rivedere una rovesciata, un guizzo in area, nà cavalcata da centrocampo? Je tenevo tutto catalogato! È normale! Noi siamo costretti a godere di gioie microscopoche, delle soddisfazioni da incorniciare e numerare, e mò perchè è stato na granda latrina, io mi dovrei pure perdere il piacere di rivedere quei gol? E quando l’avimmo nato accussì? Ma voi ve lo ricordate quando arrivò a Napoli, prima che si facesse crescere la barba? ‘O primmo gol cà Roma?

– …

– Si vabbè, lui è un mercenario, e io avrei dovuto impararare. Non è la prima vota che ci abbandonano. Ma che ci posso fà? Io con tutto quello che ho sofferto sono sempre pronto ad amare. Sono così. Ditemi, dottò, sò sbagliato? O forse tengo nù core?

– Non è sbagliato. La sua sofferenza è naturale. Ha perso una presenza importante della sua vita. Dobbiamo solo capire che peso è bene dare a tutto questo.

– Dottò, non lo so qual è il giusto peso. Ma ‘o Napoli è a vita mia. Ho sbagliato ad amare? Cambierò. Ma prima mi devo togliere qualche sfizio. Lo sto riempiendo di insulti dottò. Social, pagine ufficiali. Uocchie sicche non ve lo dico nemmeno. Adda murì. Pure questo è ammore.
Lui non risponde. Tutta questa debolezza gli fa specie. Lui vive di certezze, redditi garantiti, io ho troppe incertezze e dipendenze.

(…)

– E sò pure fesso! Mi metto nei suoi panni! Penso: quando l’amore finisce non è tradimento. Forse l’ha fatto proprio per farsi disprezzare, per farmi dimenticare prima. Mi consolo pensando che bello e forte come l’abbiamo visto noi non l’avrà più nessuno, che come si è sentito amato qua sò pò sulo sunnà, ma chill uocchie, dottò io sarò pure fesso ma gli occhi non mentono, voi sapete leggere i sentimenti, ve lo ricordate quando veniva a cantare sotto a quella curva? Ve lo ricordate?

(…)

SIMILAR ARTICLES

NO COMMENTS

Leave a Reply