Mi sono innamorato di te! Gonzalo come Careca, me lo disse Diego

Diego me lo disse a cena

Mi sono innamorato di te! Gonzalo come Careca, me lo disse Diego

0 667
Fonte: sscnapoli.it - (photos di Italo ed Alessandro Cuomo)

Mi sono innamorato di te! Ero già infatuato, ma ieri ho capito che ti amo come forse non mi accadeva dai tempi di Careca. Si Gonzalo mio, mi hai fatto innamorare una domenica nel tardo pomeriggio, una di quelle domeniche un po’ così, quelle partite che si giocano alle 18 e ti spezzano nel cuore la tranquillità del giorno di riposo.

Volli fortissimamente volli“. Hai fatto così ieri Pipita mio, non solo hai scavato in tutto il tuo eccelso repertorio tecnico, ma hai dimostrato una volontà irriducibile di voler vincere, di renderti condottiero di una squadra e di una città.

Di bomber eccellenti ne abbiamo avuti anche altri nella nostra storia: l’ultimo killer del gol è stato Edinson Cavani. Un castigo della natura che spaccava porte, piegava le mani dei portieri e segnava gol a raffica. Ho adorato Edinson, ma non mi ha mai fatto innamorare. Di Cavani ricorderò l’assoluta cattiveria agonistica che gli consentiva di essere onnipresente in ogni zona del campo e il cinismo sfrenato sotto porta. Ma Edi era un giocatore abbastanza modesto tecnicamente, superava ogni incertezza con una forza paurosa. Gonzalo no, El Pipa quando è in stato di grazia unisce la sua tecnica da fenomeno ad una cattiveria agonistica che non è mai stata così forte da quando veste la maglia azzurra. Il gol segnato ieri all’Udinese è un mix micidiale di ingegno, fantasia, scienza, magia. E’ come se Gonzalo rendesse facili anche le giocate più difficili. Riesce in numeri che sarebbero difficilissimi a calcetto, figurarsi su un campo di calcio.

In tutto questo c’è una capacità del nostro numero 9 che ha pochi precedenti nella storia del calcio: la concezione dello spazio. Gonzalo sembra avere un Gps incorporato che lo porta sempre a sapere in quale parte del campo si trova, dove sono gli avversari, la porta, il portiere e, di conseguenza, ad usare la sua sterminata tecnica per raggiungere il suo obiettivo.

Ho avuto la fortuna (tra le più grandi della vita mia) di stare a cena con Maradona lo scorso anno. Mi disse: “Un attaccante come Higuain a Napoli non c’era dai tempi di Careca“. Gli credetti, ma con poca convinzione, perché io di Careca sono stato innamorato e perché diciamo pure che se per me Diego è la Bibbia, negli ultimi anni tra i D’Alessandro, Ibagaza, Banega o Riquelme che dovevano essere suoi eredi, non ci ha preso più di tanto. E invece aveva ragione, Gonzalo sta a questo Napoli come lo era Careca.

E allora Gonzalo mio, mi sono innamorato di te. Un pomeriggio, in un orario un po’ balordo. Una domenica quando tu hai deciso di essere condottiero del mio Napoli e di portarci lontano. Non smettere mai! Uno come te non esiste al mondo!

vDG

Twitter: @valdigiacomo

#ilCaffèMiRendeTifoso

SEGUICI E COMMENTA CON NOI SU FACEBOOK SULLA PAGINA DI SOLDATO INNAMORATO E SU TWITTER @SurdatNammurat

©RIPRODUZIONE RISERVATA – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione dell’autore e della fonte, Soldato Innamorato o www.soldatoinnamorato.it

NO COMMENTS

Leave a Reply