Curva A. Tafferugli tra tifosi perché bisognava disertare lo stadio

All'inizio del secondo tempo contro la Samp

Curva A. Tafferugli tra tifosi perché bisognava disertare lo stadio

0 2337
Curva A. Coreografia "autostrada" in Napoli - Dnipro

Tafferugli nella zona centrale della Curva A all’inizio del secondo tempo di Napoli – Sampdoria. Proprio allo scoccare della seconda frazione di gioco un gruppo di circa trenta persone ha fatto una sorta di irruzione sugli spalti e da lì sono nate brevi ma violente colluttazioni.

Difficile comprendere le cause. Secondo quanto veniva riferito da alcuni tifosi in curva si tratterebbe di liti all’interno dei gruppi organizzati. Il motivo della discordia pare sia avvenuto perché alcuni di questi tifosi avrebbero preferito che si disertasse lo stadio. Come avevamo riferito, sabato in città erano stati distribuiti dei volantini che invitavano i tifosi a non recarsi allo stadio per criticare le scelte di De Laurentiis e della società. Evidentemente la scelta di altri gruppi di non aderire a questa forma di protesta ha scatenato la violenta reazione.

Difficile venire a sapere in realtà i reali motivi della lite. Altri tifosi presenti in Curva A riferivano invece che la rissa fosse scoppiata per ragioni “territoriali” su chi dovesse occupare particolari settori della curva.

I tafferugli sono durati pochi minuti. Per i tifosi che erano ai lati della curva ci sono stati attimi di spavento causati dal fuggi-fuggi che si alimentava dalla zona centrale degli spalti. Momenti di panico fortunatamente rientrati in poco tempo. Nei primi dieci minuti infatti la curva A non ha cantato alcun coro. Solo quando la situazione si è tranquillizzata si è ripreso a cantare.

Ad ogni modo, se qualcuno conoscesse più dettagliatamente i motivi della lite, può comunicarceli commentando qui in basso all’articolo o sulla nostra pagina Facebook.

SEGUICI E COMMENTA CON NOI SU FACEBOOK SULLA PAGINA DI SOLDATO INNAMORATO E SU TWITTER @SurdatNammurat

©RIPRODUZIONE RISERVATA – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione dell’autore e della fonte, Soldato Innamorato o www.soldatoinnamorato.it

NO COMMENTS

Leave a Reply